Di mano in mano

Oh, farsi mandare un poco in crisi da Neil Gaiman è la cosa più bella del mondo. Non so quanto lo amiate: io moltissimo, da quando, molto tempo fa, ho scoperto Sandman, e a seguire i suoi romanzi.

Ecco, il venerato Neil ha rilasciato un’intervista all’Espresso dove afferma ciò:

“Scrivere a mano aiuta a non dilungarsi. Quando usi il computer, se ci sono due cose che puoi inserire nella storia tendi fatalmente ad inserirle entrambe. Se scrivi a penna, invece, ne scegli una. Quando lavori col computer e devi consegnare 1.000 parole di un articolo e ti accorgi che ne hai scritte 1.100, pensi ‘Ok, ora devo tagliare 100 parole’. Poi spendi mezz’ora sfrondando frase per frase, ma quando vai a ricontare il pezzo è diventato di 1300 parole! Con la penna non succede. Questo non significa che poi non dovrai tagliare: per il mio American Gods, scritto a mano, molte delle pagine originali sono finite nel cestino. Forse dovrei ripescarle e metterle sul mio blog come se fossero pezzi nuovi!”

Io, invece, scrivo sempre al computer: me lo porto dietro anche durante le passeggiate, nello zaino. A mano prendo solo appunti che riguardano una scena o la struttura di un capitolo. Magari, una di queste volte, provo. Anche per dare ragione ad Angelo, che scrive a mano anche lui…

Annunci

Tag:

8 Risposte to “Di mano in mano”

  1. Mele Says:

    Occielo, devo essere strana, a me succede il contrario… Ma… Non è più facile buttare giù idee scrivendo a mano? A computer, io faccio fatica a seguire un’idea sola, figurarsi di più. (GhGh… inverto b e p, l e r anche colla tastiera, però… XD!)
    Però sì, dai. A correggere è meglio il foglio. Anche perché altrimenti ti vengono due melanzane al posto degli occhi.

  2. Teiresias Says:

    Sandman *_* senza contare che quella serie ha collegamenti con Hellblazer, con Clive Barker (gli episodi “24 hours” e “Collezionisti” sono malatissimi e ricordano moltissimo i racconti di questo grande scrittore) e che ci hanno lavorato alcuni fra i migliori disegnatori degli ultimi anni, tra cui Dave McKean, il disegnatore del meraviglioso Arkham Asyluum (a proposito, hai visto The Dark Knight? Io sì *____* DEVI ANDARCI)…
    Però devo dire che a mio parere non è corretto quello che dice sulla scrittura. Il computer è ottimo: scrivi più velocemente, più roba, hai perfino il conteggio delle parole, cosa utilissima se devi sfrangiare dei testi (perché la fa facile lui, ma 1000 parole non sono così poche). Scrivere a mano è splendido, ti fa sentire padrone delle parole e dovrebbe non essere così raro come quest’oggi, ma non è affatto migliore del computer.
    Tantopiù che, come giustamente avete fatto notare, le idee si scrivono ancora a mano, ed è questo l’importante: il nocciolo dev’essere sempre su carta.

  3. laramanni Says:

    Teiresias, vado DOMANI a vedere The dark knight, e non vedo l’ora!!! Merita, vero? Comunque sisisi, i collegamenti col vecchio Clive ci sno tutti!
    Mele, dipende: a me la tastiera del computer fa scattare il momento visionario e dunque la scrittura…credo davvero che non ci siano grandi regole su questo. Credo. 🙂

  4. Teiresias Says:

    Sìsìsìsìsìsìsìsìsì….MERITA!!!! VACCI VACCI!!!! Gli unici due difetti che ci ho trovato io, ma proprio pignoli, sono il fatto che Due Facce compaia poco (sulla falsariga di Venom in Spiderman 3, anche se non COSI’ poco) e che si sente la mancanza dei dialoghi originali (VOGLIO IL DVD PER VEDERLO IN INGLESE T_____T)….però…wow…cioé, io dopo i primi 10 minuti mi sono ammutolito e sono stato immobile per tutte le 2h e 30.
    Poi ho avuto la fortuna di vederlo proprio la primissima sera (mercoledì), quando nessuno ancora ci era stato, quindi non avevo ricevuto nessun commento/recensione (mi sono rifiutato di leggere anche solo una riga delle recensioni inglesi come faccio di solito XD) ed avevo la testa completamente sgombra!

  5. laramanni Says:

    Che voglia! Devo rimandare a domani, ma non vedo l’ora. L’idea che Batman sia dipinto come un giustiziere ossessivo, se ho capito bene, mi piace MOLTO!!!!

  6. Laurie Says:

    Certo che lo adoro Gaiman! Sto rileggendo tutta la ristampa di Sandman, come forse ti dissi. Però ricordo che il caro ragazzone inglese disse di aver imparato a scrivere in breve proprio sceneggiando fumetti, perché devi rispettare la disposizioni delle pagine e lo spazio dei baloon, quindi non ti puoi dilungare e punti all’essenziale. E’ vero che a mano si scrive di meno, però xD Si pasticcia anche tanto, o almeno io pasticcio. E c’è anche il fatto che dopo un po’ la mano ti fa male… io non so come gli antichi riuscissero a imporsi la volontà di scrivere su carte le loro idee, oltretutto senza sbagliare. ecco, forse abituati al computer, facciamo molti più refusi! E forse è come sempre una questione di disciplina.

  7. Anghelos Says:

    Sarebbe molto sbagliato dire “Io l’avevo detto”.
    Però l’avevo detto XD

  8. laramanni Says:

    Uffa. Ma sono solo io che adoro pasticciare al computer? xD
    Lo avevi detto, Angelo, lo avevi detto. xDDDD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: