Alla larga, romanticismo!

L’umore è nuovamente in picchiata, così ho deciso che oggi andrò a comprarmi Ragazze lupo. Continuano a parlarmene bene in parecchi, e mi fido: anche se la scheda che ho letto mi lascia qualche dubbio. Quando si usa l’aggettivo “romantico” vado subito in allarme rosso, non posso farci niente.

Cosa ho contro le storie romantiche? Praticamente tutto, un po’ per indole, un po’ per esigenza di lettrice: non che non mi piacciano le storie d’amore. Ma, se ci sono, devono rispettare una condizione, almeno per me: influenzare nel profondo la psicologia dei personaggi, fino a renderli diversi da come erano prima. Non dico migliori, dico diversi.

Va a finire che scopro che la vera romantica sono io…

Annunci

Tag:

7 Risposte to “Alla larga, romanticismo!”

  1. ChaDo Says:

    Ho cominciato Ragazze Lupo qualche giorno fa, ma non sono andata molto avanti (in realtà in questi giorni sbocconcello un po’ da libri diversi senza dedicarmi a nessuno in particolre). Le mie impressioni a proposito però sono state che:
    a) è molto divertente, se ti piace la roba modaiol-rockettara mista a fantasy (soprattutto Buffy).
    b) è scritto malissimo. E’ scritto come lo scriverebbe un ragazzo di 14-15 anni che non sa da che parte cominciare a raccontare una storia (per ora non so neanche dirti se poi le varie scene abbiano un senso per come sono state sistemate insieme, ma comunque). Niente di illeggibile, per carità, solo che le stesse cose vengono ripetute tre, quattro volte, magari solo perchè ci si trova con personaggi diversi. Nel giro di 20 pagine.
    Ma senz’altro è addicting. Per dire, lo continuo e lo finisco pure, non appena finisco Gide e (ta-dà!) Le Notti di Salem. Ma la sensazione di sbigottimento non me la toglie nessuno.
    Non per farti desistere, magari ormai è anche troppo tardi. E visto che non l’ho finito, non è detto che a) non ne valga la pena, nonostante tutto; b) non migliori più avanti (meno probabile, anche perchè un cambiamento di stile stonerebbe ancora di più).
    In ogni modo, per avvertirti. Con un’aspettativa in meno la lettura ha meno sorprese e la si apprezza di più, nonostante i difetti. Non so se mi spiego.

  2. Teiresias Says:

    Romanticismo? Si mangia? XD per me una delle storie d’amore più belle resta quelle della Mosca, fai te…e quella di James e Mary in Silent Hill 2…

  3. Mele Says:

    Bah… sogno ancora il principe azzurro sul cavallo a dondolo…
    Ma cosa intendi tu per romantico?
    Una storia incentrata sul cambiamento psicologico dei personaggi indotto dall’amore, non è romantica?
    Mmmh. Potremmo parlare di sottogeneri, tipo Romanticismo Candy, Romanticismo Shonen, Romanticismo Strappa lacrime, Romanticismo Splatter…

    GhGhGh…
    Un amore che renda diversi, neh…?
    (Non stuzzicate quel mio lato, vi prego.)

  4. laramanni Says:

    Ops, già comprato. xD ChaDo, vediamo come mi trovo, poi ti racconto.
    Teiresias, anche per me quella è una storia meravigliosa: quella della Mosca, in effetti, è fantastica.
    Vediamo…anche quella di un vecchissimo film che ho visto in Dvd, Harold e Maude, mi fa ancora piangere calde lacrime.
    Mele…per me una storia romantica è quella dove lui e lei si amano per cento, o duecento, o cinquecento pagine affrontando magari avventure e avversità, ma senza evolvere.
    Un amore che renda diversi, come tutte le grandi emozioni/prove/situazioni della vita, eh sì!
    Ps. Piacerebbe anche a me, però, credere ancora al principe azzurro. Sigh.

  5. Blackvirgo Says:

    Io credo di essere romantica. Anzi lo sono.
    E forse è proprio per questo che tendo a rifuggire le storie d’amore.
    Perché essere romantici secondo me non significa essere banali mentre molte storie cosiddette romantiche non sono romantiche ma sono banali.
    Alla faccia delle ripetizioni.
    E non sopporto i cliché da Harmony che ultimamente spopolano nelle fanfic. Perché cavoli la donna deve essere sempre indifesa oppure la sua forza è solo una facciata? Perché deve volere protezione? E soprattutto: uno che sta male con se stesso come diavolo fa a stare bene con qualcuno?
    Quello che tu cerchi in una storia romantica – quel momento in cui non si può tornare indietro perché si è iniziata una strada nuova -, Lara, è la vita. E di libri o film che, in quel senso, meritino ne ho trovati pochi.
    Forse è per questo che spesso mi commuovo nelle scene in cui si vedono coppie anziane e successiva vedovanza: perché in un modo o nell’altro sono il simbolo di quella strada percorsa.
    E i principi non vestono più di azzurro. Soprattutto dopo Shreck 2! XD

  6. jekka Says:

    Beh, non posso far altro che quotare appieno Blackvirgo. Purtroppo i clichè non sono cosa nuova – i primi romanzi pacco risalgono al tempo dei greci!-..quindi..non ce ne libereremo mai 🙂
    La cosa più tragica è che le storie d’amore smielose di oggi sono solamente un pallido rimasuglio del Romanticismo, svuotato di tutti i suoi ideali eroici.

    Vabbè. Non ci resta che prendere qualche fregatura prima di trovare quello giusto.

  7. laramanni Says:

    Come al solito, voi due mi avete dato un’idea per un bel post nuovo di zecca…xD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: