Chi alla meraviglia chiude gli occhi…

Meraviglie del Faccialibro: ho incontrato non poche persone che hanno gusti affini ai miei in fatto di scrittura e di cinema, fatto discussioni molto, molto interessanti sulle mie bestie nere (avverbi e D eufoniche, ovvio) e ho anche scambiato qualche parola con uno dei miei scrittori preferiti.

Meraviglie dell’editing: sto scoprendo una cosa importante. Quando si lascia decantare una segnalazione dell’editor su una frase o un periodo che potrebbero ingenerare confusione, si scopre quasi sempre che c’è una via terza che non era stata seguita, dall’autore, per pigrizia. Non so se riesco a spiegarmi: è come se, a volte, ci si concentrasse su un punto in particolare della scena, lasciando che il contorno scorra con meno attenzione. E invece no. Lavorare sulle parole significa cercare di tirare fuori il meglio anche dalle vie laterali, non soltanto dal sentiero su cui si cammina. In breve: sono in fase rigogliosa. Speriamo che duri.

Meraviglie delle conoscenze virtuali: sto scambiando mail anche con una certa persona che è nelle mie stesse condizioni, e ieri ci siamo dette una cosa importante. I libri non cambiano mai la vita a chi li scrive: anche se si dovessero vendere centinaia di migliaia di copie (il che, per quanto mi riguarda, non avverrà). Per me, quel che cambia la vita, in meglio, è scoprire che puoi raccontare: non importa a chi, non importa a quanti. La bellezza è nel viaggio, diceva un certo Maestro: non nella radura che si apre in fondo alla strada.

Hile, pistoleri!

Annunci

Tag: , ,

30 Risposte to “Chi alla meraviglia chiude gli occhi…”

  1. Totosai Says:

    Direi che il tuo umore oggi è molto migliorato…
    Anche il mio… una 20ina di km di strade di campagna su neve… un sorriso lo fanno venire… anche in questo caso… la bellezza è nel viaggio. :-p

    Intanto io mi sto chiedendo cosa cambi tra scrivere proposte di progetti di ricerca o romanzi cyberpunk!

    Ciao!

  2. Lara Manni Says:

    Niente cambia: infatti aspetto di leggere il tuo romanzo cyberpunk! 🙂

  3. Totosai Says:

    non mi tentare……
    Intanto mi ricordavo male una deadline (18 dicembre, mi ricordavo 18 gennio….) per una proposta… e sto scrivendo un “filino” rapidamente.
    🙂

  4. Lara Manni Says:

    Acc…non parlarmi di deadline: la mia è il 15 dicembre….

  5. Totosai Says:

    si, ma non sono le 12 pagine che devo scrivere a preoccuparmi (si fanno in
    1-2 gg)… è il fatto che, nel frattempo, devo tirare in piedi un consorzio che abbia partners in tutta europa…..

  6. Lara Manni Says:

    Eccoci! Siamo tutti pronti a consorziarci con te, no?
    (beh, dipende da quel che si deve fare…)

  7. Laurie Says:

    Io comincio ad odiare il faccialibro.
    Cerco di dimenticarlo.
    (Chi è lo scrittore preferito?)

    Tra l’altro… ho finito di leggere Pan – che hanno subito messo nella sezione bambini nella libreria dove l’ho ordinato, faccio notare che ci sono pure scene di sesso tra lesbiche o lascio che lo scoprano i genitori? – ed è stata una bella esperienza. L’autore lascia troppi cenni di sè nell’opera, e questo è forse il maggior difetto della storia.

    P.S. Stai meglio, eh? ❤

  8. Lara Manni Says:

    Lo scrittore preferito è colui di cui nomini il libro una riga sotto. :)))
    NELLA SEZIONE BAMBINI?
    Non ho parole, ma sono scemi?

    Ps. Meglio, molto molto molto meglio!!!! Ho ripreso la Via!

  9. Totosai Says:

    Pan mi incuriosiva moltissimo… devo decidermi a prenderlo.

  10. Caska Says:

    Ed eccomi! Congelata e ancora bagnata da sta mattina, mi sa che mi sta venendo un malanno e che oggi pomeriggio me ne sto a casa e_e
    Però tu sei una bugiarda, in realtà gli scrittori hanno contratti miliardari, producono tutto in tiratura altissima e ad ogni copia venduta l’autore prende il 100% sul prezzo di copertina, gira il mondo perché ovviamente lo traducono in tutte le lingue, sceglie il cast del film e, cosa più importante, sale ad un livello estatico in cui qualsiasi lettore passi e lo insulti come un cane rognoso basandosi su quello che crede di aver capito su quello che dicono gli altri sulla vita che crede che faccia viene immediatamente perdonato, perché a commenti come “per me i tuoi libri sono proprio merda altro che gli altri che dicono che sei brava per me sei pure stronza e scrivi banalità vai a lavorare invece che lordare le librerie che c’è gente brava che non viene pubblicata!” risponde con un sorriso cordiale ❤

  11. Lara Manni Says:

    Accidenti, sono stata smascherata!!!
    *Lara nasconde il piedistallo e la coroncina di simil-alloro”
    xDD

  12. Caska Says:

    Sìsì, anzi, adesso chiamo un po’ di gente che ti dica a prescindere che è più brava e che tu fai schifo e che l’hai data in giro (…hai notato che le persone ormai contemplano solo il darla e il comprare coi soldi di famiglia? Non si lavora più, non si prova più…xD?), poi mando qualcuno anche da quell’altra con cui parli che sicuramente è una stronza che se la tira pure lei e_e!

  13. Lara Manni Says:

    Aspetta che segno sull’agenda:
    -Ore 12,55: interfacciarsi con l’Orda Critica.
    Caska, coraggio: resisteremo a tutto questo xDDD
    Ps. A proposito: la faccenda del “darla” è interessantissima, perchè è sempre e comunque l’accusa numero uno. Err…domandina: ma agli scrittori maschi che si dice???

  14. demonio pellegrino Says:

    tutto vero…anche se – come ha gia’ fatto notare qualcuno – secondo me un po’ la vita gli cambia allo scrittore di successo, con tutti i soldi che becca.

    A me cambierebbe parecchio, per esempio: gia’ mi ci vedrei, con una bella casona sulla spiaggia della florida (e varie altre case sparse per il mondo, ovviamente), il garage pieno di moto (ho calcolato che per essere felici ce ne vogliono almeno 5)…

    Sulla questione del viaggio, da motociclista solitario non posso che essere d’accordo con te…

  15. Lara Manni Says:

    Oh! E’ bella la teoria delle cinque moto che rendono felici! Sia detto da una pigrona che ama farsi scarrozzare in moto e non sa guidarla, peraltro. 🙂
    Quanto ai soldi: beh, quello è vero. Ma bisogna essere in grado di non fare solo un libro buono, ma anche tutti gli altri. E questa è davvero una cosa rarissima: pensa, in Italia, a scrittrici come Melissa P. Ha stravenduto il primo libro, ma poi è sparita. E temo che anche i soldi, prima o poi, facciano la stessa fine…:)

    Ps. Quanto alla casona in Florida, certo che sì! Possibilmente a Duma Key!

  16. Akuma Says:

    La tua riflessione finale mi ha fatta sorridere. Illuminante, cara, illuminante.
    Un bacio grande.

  17. Luthien Says:

    per gli scrittori maschi forse si dice “Mollalo”!!! XD
    Oibò O__o

  18. Lara Manni Says:

    Grazie Akuma! Beh, non se se sia illuminante ma, ecco, è come la vedo io. Un bacio grande a te e buona scrittura!
    Luthien: dici? xDDDDDD

  19. Laurie Says:

    Totosai che legge Pan? E’ anarchico puro quel libro xD

    Laruccia, io non ho ancora capito di quale libro di quale scrittore preferito stai parlando ç_ç So’ lente, eh!

  20. Lara Manni Says:

    Dimitri. 🙂

  21. Laurie Says:

    Ok, ora ho compreso x°D (è su faccialibro?! OMG!)

  22. Totosai Says:

    Beh, volevo comprare Pan per poterlo poi bruciare nel caminetto mentre ci marcio intorno sventolando una bandiera del III reich.

    Scherzi a parte, leggendo una recensione di Pan (su mente e cervello), mi sono proprio incuriosito.

  23. Mele Says:

    Guarda che stavo proprio pensando ad un ennesimo tuo spasim*** (non lo dico più!).
    Per i maschi si dice “prenderlo” (Ma qui dipende da con chi hanno a che fare).
    Mah… secondo me la cosa più bella dei soldi e della fama è che trovi gente disposta a far di tutto per ricevere un favore da te, e puoi avere uno staff che ti corre dietro e ti tratta come una dea…
    (Ma non avevamo mica finito di scegliere gli attori per Esbat!! Ehi!!)

  24. Blackvirgo Says:

    Sono contenta di sentirti così allegra! In quanto al darla… no, non commento. Tanto ormai vi sarete stancate delle mie tirate femministe. Buon weekend!

  25. Guimi Says:

    Oh, Laruccia, i tuoi post meriterebbero sempre dei bei commenti pieni di concetti, ma non ho mai abbastanza tempo per fermarmi e cavare qualcosa di intellegibile dalle mie ditina.
    Però sentivo che stavi risbocciando e ho detto “brava, sono contenta!”
    E allora te l’ho scritto xD

    >scusa se leggo il blog senza commentarlo<

  26. Lara Manni Says:

    Totosai, cosa è mente e cervello e perchè parla di Pan???
    Mele a me invece la “fama” fa terrore (però gli attori scegliamoli).
    Blackvirgo: vai con le tirate. Io le adoro!
    Guimi, ma no!!!! Scusa di che? Un bacio grande grande!

  27. Marco Says:

    viaggiare… significa non essere ancora arrivati ^_^ viaggiare ovunque, per il semplice gusto di esserci e sentirci scrivere.
    Cara Lara, l’amico Marco Mancassola dice: “ogni persona che incontro mi scrive addosso qualcosa”. buon week-end

  28. ross Says:

    io su faccialibro ci faccio i giochini stupidi. xDD

  29. Lara Says:

    Marco, ma che bella la frase di Mancassola! Grazie!
    E…Ross…DOVE SEI sul Faccialibro? xD

  30. Totosai Says:

    Velocemente:
    Mente e Cervello è una rivista.
    http://lescienze.espresso.repubblica.it/edicola/MENTE&CERVELLO
    A me piace molto.
    Ha anche una sezione di commento ai libri.
    E ha commentato PAN.
    Sul perchè… beh… chiedi a loro. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: