Canini spuntati

Era nei commenti di ieri, ma questo pezzo di Ranieri Polese sul Corriere della Sera, secondo me, merita una meditazione. Forse. Chissà.

“Intanto, hanno smesso di nutrirsi di sangue umano: così accade nei quattro romanzi della saga Twilight di Stephenie Meyer (Edward ricorre al sangue di animali), mentre in True Blood di Charlaine Harris (Delos Books; il serial tv passerà prossimamente su Fox) si cibano di sangue sintetico. Insomma, i giovani non-morti di oggi sono ragazzi come tanti, vivono in cittadine qualunque, non dormono in bare imbottite di seta. Non hanno castelli in Transilvania né titoli nobiliari. E soprattutto sono casti. Non c’è sesso tra Edward e Bella ( Twilight), così come non ce n’è tra il dodicenne Oskar e l’amica vampira Eli ( Lasciami entrare, il film di T. Anderson dal romanzo di J.A. Lindqvist, Marsilio). Dimenticare Freud. «Dopo la fine del freudismo, anche il vampiro è cambiato» dice lo psichiatra Vittorino Andreoli, autore dell’introduzione al Dracula di Stoker della Bur Grandi Romanzi. «Quel libro-capostipite nasceva in contemporanea con la psicoanalisi: uscì infatti nel 1897, tra gli Studi sull’isteria di Freud-Breuer, 1895, e l’Interpretazione dei sogni, 1899. Dracula rappresenta il bisogno sessuale, il dominio attraverso il sesso. In fondo, freudianamente, Dracula è mosso dal desiderio di conquista della madre. In lui la materia erotica è predominante, anche se è una sessualità “spostata”: il vampiro non scopa, però il mordere, il succhiare sono evidenti atti sessuali. Finito il freudismo, abbiamo vampiri con dentini da latte, giusti per questa generazione di ragazzi senza una forte identità di genere: giovani maschi ben vestiti, pettinati, che provano un richiamo sessuale molto debole. E che hanno una sublimazione molto più eterea, come nell’Edward di Twilight ».

Leslie S. Klinger, il curatore del nuovo Dracula annotato, indica chiaramente le due tendenze maggiori dei nostri anni: i vampiri con un’anima e i vampiri adolescenti. Alla prima appartiene Lestat, creato da Anne Rice (da Intervista con il vampiro, 1976, è stato tratto il film con Tom Cruise nel 1994) così come il conte di Saint Germain dei libri di Chelsea Quinn Yarbro (ed. Gargoyle). Buoni sono pure Joe Pitt, vampiro detective a Manhattan (l’autore è Charlie Huston) e la nobile Geneviève Dieudonné dei romanzi di Jack Yeovil (ed. Hobby & Work). I teenager non-morti si incontrano nella serie tv Buffy, con la bionda cacciatrice di vampiri e il suo fidanzato (vampiro) Angel, nelle vicende di Twilight (Fazi) e in True Blood, con la coppia Sookie e Bill, barista lei, vampiro lui. La discendenza vampiresca, comunque, non è destinata a estinguersi perché — scrive L. S. Klinger — «temi come la morte e l’immortalità continueranno sempre ad affascinare».

Vita e morte. «Se mostri come l’uomo lupo sono ormai dimenticati, il vampiro non sembra tramontare» dice Gianfranco Manfredi, il cui Ho freddo, una storia di vampirismo ambientata nell’America del XVIII secolo, è pubblicato da Gargoyle. «E questo perché il non-morto ripropone il quesito su dove sta il confine tra la vita e la morte. È una domanda estremamente attuale. Tutti, adolescenti e adulti, si interrogano su questi confini. Certo, così entrano in gioco temi che riguardano il soprannaturale (c’è una vita dopo la morte, ecc.) che da sempre la Chiesa, quella cattolica in particolare, considera suo monopolio. E infatti gli ambienti ecclesiastici non guardano di buon occhio le feste di Halloween, Harry Potter, il gothic e ora i vampiri». Ma la letteratura fantastica e l’horror piacciono molto agli adolescenti. «E oggi gli adolescenti sono una parte importante del mercato editoriale». Anche Manfredi è colpito dalla castità dei nuovi vampiri. «Sì, l’amore che c’è nelle storie della Meyer è un amore romantico, pre-sessuale. Dei suoi romanzi hanno detto che sono come Moccia, ma con un pizzico di horror in più, ed è vero». Forse per questo non ci sono morsi sul collo, sangue succhiato eccetera. «Sì, anche per questo. Ma c’è un altro motivo: il rito del sangue appartiene a tradizioni dell’Europa dell’Est. Nell’Europa occidentale, invece, c’è lo spirito che ti ruba il respiro, l’Horla di Maupassant, l’Incubus dipinto da Füssli: che sono fenomeni legati alla tubercolosi. Così in America, nel New England— qui si ambienta il mio romanzo — dove furono scoperte sepolture di corpi con lo sterno spezzato, il cuore e altri organi asportati: quei resti appartenevano a persone che soffrivano di consunzione da Tbc. Pallidi, emaciati, spettrali, erano scambiati per vampiri. Dopo la morte i loro cadaveri venivano trafitti, a volte bruciati. Da qui la variante americana del vampirismo. Una specialità autoctona, non importata dall’Europa. Non sempre, insomma, la peste arrivava dall’Europa come credeva Freud».

Capitalista succhiasangue. Ma intanto è caduto anche l’uso ideologico della figura del vampiro. Che serviva a raffigurare il capitalista sfruttatore o il dittatore dei regimi totalitari, Hitler o Stalin a scelta. «Già Poe, in un racconto rimasto inedito fino a pochi anni fa, Vampiri a Manhattan, se la prendeva con gli editori che si arricchivano alle sue spalle» dice Manfredi. «È l’unico testo in cui Poe parla di vampiri, è un racconto comico, grottesco. Come spesso accade quando si fa un uso ideologico del termine ». Ora, Gargoyle, ripropone in Dvd Hanno cambiato faccia, il film di Corrado Farina, Pardo d’oro a Locarno 1971. Farina, autore di un film-culto come Baba Yaga da Guido Crepax, con Hanno cambiato faccia presentava Adolfo Celi nei panni di un capitalista vampiro. «È l’ingegner Giovanni Nosferatu, produce auto, abita in una villa sopra Torino. L’impiegato che sale alla villa del padrone non viene scortato dai lupi ma da tre 500. Insomma, i riferimenti a Gianni Agnelli sono evidenti e voluti. Lo stile è quello dei film allegramente sovversivi di quegli anni. Ma oggi questa vena allegorica si è perduta, l’immaginazione che sfidava il potere è ormai consegnata al passato».

Superata dunque la fase della minaccia (sessuale e politica) del vampiro, che cosa piace in questa nuova covata di adolescenti non-morti? Perché Twilight ha un successo così dilagante? «Il vampiro contemporaneo rappresenta l’outsider sensibile, solitario che vive in disparte dalla società cosiddetta normale» ha scritto sul Times Leslie S. Klinger. È l’ultima incarnazione di una figura cara alla cultura giovanile, il bad boy o la bad girl: «il bastardo bello e tormentato, che affascina eppure fa paura». Insomma, l’Edward di Twilight come un nuovo James Dean. Sì, però — è sempre Klinger che lo scrive — questa nuova Vampire Lit «non dà i brividi, quelli che il vecchio Dracula continua ancora oggi a regalare».”

Annunci

Tag: , ,

16 Risposte to “Canini spuntati”

  1. Caska Says:

    Tutti sti bla bla su Twilight solo perché la gente non conosce gli shojo manga, altrimenti saprebbe che semplicemente la Meyer aveva bisogno di trovare una scusa per fare duecento bishonen, punto XD”

  2. Laurie Says:

    Non ho letto per intero l’articolo, ma non sono convinta che la rivoluzione sia l’assenza di sangue.
    Lo leggerò, lo elaborerò e poi scriverò qualcosa di decente sul blog appena ho la forza XD
    (Però è vero Twilight è shoujo nel midollo. Come disse anche Gamberetta.)
    (Infatti mi aspetto da un momento all’altro il fumetto in stile manga della Tokypop)

  3. Caska Says:

    Lo stanno già facendo.

  4. Laurie Says:

    WTF?!

    O_O

  5. Francesco Says:

    Ok, faccio l’antipatico, ma ci sono due errori gravi. Joe Pitt è il protagonista vampiro di una serie di romanzi – e chi li ha letti può avere qualche difficoltà a definirlo ‘buono’. Ma tante, eh.
    Poi, dove sono i teenager vampiro in Buffy? I tre vampiri che hanno avuto una qualche importanza nella serie (il Maestro, Angel e Spike) sono tutto _fuorchè_ adolescenti.

  6. Anghelos Says:

    Più che altro, ma non possono coesistere diverse forme di vampire lit?

  7. Laurie Says:

    Più che altro l’articolista ha scritto cazzate.

  8. Roberto (YD) Says:

    Non conosco tutti i vampiri di cui si parla; lascio solo qualche osservazione “randomizzata” pescando un po’ dalla memoria e un po’ da quel che mi pare d’aver capito …

    La storia del Dracula succedaneo del sesso non mi torna affatto nuova. Mi par di ricordare che anche King dicesse qualcosa di simile.
    Dracula “tirava” da matti tra le fanciulle vittoriane, come (fatte le dovute proporzioni) certi vampiri di oggigiorno (o MY!!).
    King mi pareva si riferisse a Dracula & C. come “atto sessuale fermo allo stadio orale” XDD – per l’epoca, segnata da una forte repressione sessuale, molto “stuzzicante”.

    Oggi come oggi, siamo a un punto nel quale ‘ste cose fanno sorridere XDXD
    Di sicuro le adolescenti oggi cercheranno altro – ma non lo so, non ho dimistichezza 😉
    A me quel che proprio non piace di prodotti alla “Buffy” è la tremenda banalizzazione della figura del vampiro e del sovannaturale; di modo che l’interazione col mondo non umano è affrontato dai protagonisti come se dovessero timbrare il cartellino, la qual cosa, per il mio gusto almeno, è di una tristezza infinita … infatti dopo qualche puntata mi sono fatto il regalo di non sciropparmi più Buffy & C. Per cui non so se poi la faccenda sia cambiata.
    Noto però che c’è proprio un desiderio (tipicamente femminile!) di rendere il “mostro” non più mostro, ma appunto qualcosa del tutto simile all’umano, distruggendone le peculiarità. Bah! De gustibus … diciamo che preferisco che la creatura non umana… bhe, sia non umana!!!

  9. Lara Manni Says:

    Ma Buffy, come diceva anche Francesco, è diverso da Twilight. Io continuo a pensare che Edward sia un vampiro “per caso”. Poteva essere qualsiasi cosa, dal teddy boy al tossico redento: purchè, appunto, fosse redimibile.
    Quanto alla componente sessuale: seguendo il discorso, verrebbe da dire che la fanciulle odierne la respingono, visto che nella saga della Meyer il sesso non c’è. Ne prima delle nozze, nè dopo, se si escludono le famigerate “acque profonde” della prima notte di Edward e Bella. 🙂

  10. Caska Says:

    “infatti dopo qualche puntata mi sono fatto il regalo di non sciropparmi più Buffy & C. Per cui non so se poi la faccenda sia cambiata.”

    AAAAAAAAAAAAAAH! BtvS è bellissimo T_T Ammetto che è difficile rendersene conto con le prime puntate xD Diciamo che sembra abbastanza idiota da non darle uno yen per anni come ho fatto io, ma è bello, bello bello bello bello. (contate anche che in italiano è stato ridoppiato a piacimento, le due versioni non c’entra un cavolo) La natura del vampiro, in realtà, ma soprattutto quella della cacciatrice, sono trattate e analizzate molto bene, anche con quello che io ritengo il fulcro della figura del vampiro, vale a dire il sacrificio. Mi spiego: quello che mi schifa di Twilight è la mancanza di sacrificio. I Cullen sono dei mooooostriiiii degli esseri dell’oscuritààààà, e questo li porta a rinunciare a…niente. In Buffy il vampiro (ma soprattutto la cacciatrice, una figura giuro bellissima) è comunque sopraffatto dalla propria natura che dà molto ma toglie altrettanto.
    …non trattate male Buffy T_T *stringe il Monster Box dvd*
    Mi offro di dare una lista degli episodi che possono testimoniare semza ombra di dubbio che è una delle serie piu’ belle mai create u_u …per quanto si presenti come una cazzata “XD

  11. Roberto (YD) Says:

    E chi lo sa, Lara … i discorsi “sui generis” lasciano sempre il tempo che trovano; ma può non essere irragionevole supporre che ogni eccesso, dovunque arrivi e dovunque vada, porti a una reazione “uguale e contraria”. Ma non vorrei invadere campi non di mia competenza XD

    x Caska: ma no 🙂 Dammi pure le coordinate delle puntate! Sarò felice di cambiare idea!
    (mi consolo comunque col fatto che mi confermi che a prima vista non par proprio ‘sto gran capolavoro XDXD ).

  12. Laurie Says:

    Mastro Roberto, ci prendi sul fatto che i vampiri stanno normalizzando. Ma però non mi spiego una cosa, che forse tu non sai: perché in Twilight di sesso non ce n’è traccia. Ma manco mezza tensioncina sessuale come c’è nel film.
    Paradossalmente, invece, in Dracula ce n’era di più ma nascosto. Il discorso bere sangue – atto sessuale non l’ha “scoperto” King: pletore di commentatori hanno analizzato questo aspetto. Mi ricordo che nella prefazione dell’edizione Bur di Dracula uno psichiatra analizzava il romanzo sotto questo punto di vista. Nel film di Coppola la resa dell’aspetto sessuale del Conte è palese, per esempio nella scena della vampirizzazione di Lucy. E ti faccio giusto un esempio a caso, ce ne sarebbe da dire al proposito!

    “Cullen sono dei mooooostriiiii degli esseri dell’oscuritààààà, e questo li porta a rinunciare a…niente.”

    Su questo mi trovo d’accordo con Caska. Cioé in Twilight essere vampiro è figo. Ce credo! Sono belli, immortali, ricchi sfondati, ecc ecc.
    Sono perfetti.
    Sono noiosi.

  13. ninjakaw Says:

    (sono Caska, c’ loggato il mio ragazzo…xD)

    No, è totalmente e assolutamente sottovalutabile, non posso dare torto a nessuno che ne sia scappato xD BtvS comunque affronta il vampiro in modo decisamente non classico, una revisione moderna, appunto, ma secondo me resta impregnato di quello che io vedo come il significato profondo della figura del vampiro, vale a dire l’avere qualcosa avendo però rinunciato a qualcos’altro di insostituibile.

    Questi sono i miei preferiti che potrebbero piacere anche a qualcuno a digiuno, anche se il bello dei lavori di Whedon è la profonda e mai scontata evoluzione dei personaggi, quindi ci sono moltissimi episodi non particolari, ma che comunque arricchiscono moltissimo la serie per originalità ed emozione. Il momento della settima stagione in cui Xander, per esempio, dice “loro non sapranno mai che cosa significhi stare sempre a un passo dai riflettori e non venirne mai illuminati” è, all’interno di una serie il cui tema è l’avere addosso il peso del mondo, commovente ;_;

    Ah! Se puoi, assolutamente in inglese ._. Dovrebbero esserci ancora i subs in giro. Giuro che in inglese è un’altra serie, dialoghi stupendi **

    (* per gli immancabili tra gli immancabili…xD)

    2×21/2×22 – Becoming pt.1-2
    (consuete trovate un po’ trash che fanno girare un finale di stagione bellissimo ;_; è il primo che mi è venuto in mente per DISSOCIARE Btvs la Twilight…xD)

    3×9 The Wish
    (Cordelia desidera che Buffy non sia mai arrivata a Sunnydale. Episodio interamente ambientata in questo universo alternativo, che mostra quanto le relazioni che intercorrono fra persone possano cambiarle)

    4×10 Hush
    (Episodio interamente in muto)

    4×17 Superstar
    (questa è una fanfic xDDD quindi va amata <3)

    4×22 Restless *
    (uno dei piu’ belli in assoluto T_T Evangelion doc.)

    5×7 Fool for love/ Angel 2×6 Darla
    (La storia del personaggio di Spike, mentre Buffy comincia a riflettere -in seguito a Restless- sulla sua natura di Cacciatrice e vuole capire perché siano tutte morte giovani e che cosa l’abbia tenuta in vita fino a quel momento- nel frattempo andava in onda “Darla” nella serie di Angel che racconta gli stessi eventi visti da Angelus)

    5×16 The Body *
    (Poche volte il lutto è stato affrontato bene come in questo episodio, fan o no tutti dovrebbero vederlo)

    5×22 The Gift *
    (Finale della quinta stagione, concepito per essere quello della serie che è poi stata rinnovata a sorpresa su un altro canale. Bellissimo T_T)

    6×7 Once more with feeling *
    (Episodio musical ❤ ma assolutamente coerente con la trama xD)

    6×17 Normal Again
    (Episodio basato su un’ambiguità che mette in discussione la serie stessa: Buffy potrebbe essere una ragazza chiusa in manicomio che sta sognando un mondo dove la vita e la morte dipendono esclusivamente da lei)

    7×5 Selfless
    (Episodio che ripercorre la vita di Anya come demone della vendetta)

    7×7 Conversation with dead people *
    (Il Primo si manifesta ai personaggi come qualcuno di morto che hanno amato. Intanto Buffy si fa psicanalizzare da un vampiro che andava a scuola con lei…xD)

    7×16 Storyteller *
    (Raccontare la realtà come se fosse una storia per evitare di doverla affrontare e vivere. …e poi fa morire dal ridere xD)

    7×17 Lies my parent told me *
    (Il preside Wood, figlio di una Cacciatrice uccisa da Spike, cerca la sua vendetta, mentre scopriamo altro della genesi di Spike che è sempre apprezzata ❤ Altro episodio bellissimo sulla natura delle Cacciatrici e dei vampiri)

    7×18 Dirty Girls
    (Alla vigilia della battaglia col Primo si presenta un nuovo nemico, che essendo una serie femminista non poteva che essere un prete misogino xD Mi piace molto perché mostra il completo crollo di fiducia delle persone verso Buffy, il cambiamento di Buffy ormai del tutto indurita e per il finale…D:)

    7×22 Chosen
    (Il finale. Un po’ inutile vederlo così sfuso, ma è un tale concentrato di cose belle e rivoluzionarie che non riesco a non menzionarlo xD Io lo amo troppo ;_; Grande finale.)

    Tralascio Angel o non finisco piu’, ma imperdibile la 2×6 in cui Wesley finge di essere Angel ed è un totale sfottò xDDD

    Nota per Lara: visto che ti stavi segnando le morti xD guarda sia The Body che il 6×19 – Seeing red)

  14. lo Stregatto Says:

    concordo; BtvS può sembrare banale… all’inizio. Ma solo all’inizio.
    Poi si vede che dietro c’è molto lavoro sui personaggi.
    E molte idee decisamente belle.
    Once more with feeling; fare un episodio musical in una serie non musical è particolarissimo.

    I vampiri poi, magari non saranno classicissimi, ma hanno un bello spessore; in l’idea che il vampiro non ha anima, quindi distinzione tra bene e male, per cui facilmente si crogiolano nel piacere del male, secondo me funziona benissimo.

    Ovviamente E’ da guardare in INGLESE.

    ____
    Il vampiro “normalizzato” tipo twl invece mi pare deludente perchè… cos’ha di diverso da un uomo?
    Ok, è immortale, forte. Figo.
    E allora?
    A sto punto Goku è ancora più figo?

  15. Lara Manni Says:

    Grazie per l’elenco, Caska!

    Il vampiro normalizzato, alla fin della fiera, è un ossimoro.
    La speranza è che prima o poi sia possibile liberarci del ciarpame. Però, ribadisco, per farlo è anche necessario spezzare l’equazione: basta che ci sia un canino e l’horror è fatto. Mi pare che il problema, gira gira, sia sempre qui.

  16. Roberto (YD) Says:

    Aggiungo i miei ringraziamenti per l’elenco! (sette serie!?! urca!).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: