Pelle di seta su muscoli d’acciaio

Lo avete riconosciuto leggendo il titolo?
Se ancora avete qualche dubbio, aggiungo che:
– l’individuo in questione indossa d’abitudine pantaloni attillati. Attillatissimi.  Preferibilmente neri. Sui quali ha il vezzo di portare una camicia bianca aperta sul torace. Il quale è invariabilmente marmoreo, o muscoloso. Per par condicio, il torace medesimo  in qualche storia è glabro, in altre esibisce folta e ricciuta peluria.
– l’individuo odora di spezie. Non chiedetemi quali. Non so se sale, pepe, cannella, cardamomo o peperoncino. Ma speziato rimane.
– l’odore dell’individuo in questione costituisce pericolo per la comunità femminile. Ogni donna/ragazza, se colpita dagli effluvi, presenta sintomi preoccupanti come: ginocchia molli, tachicardia, nausea, sudorazione, paralisi (morte no: il lieto fine è garantito, e l’amplesso pure).

La faccio corta: sto parlando dell’uomo-Harmony, prototipo di tutti i principi azzurri televisivi, pubblicitari e letterari.
Non ho nulla contro di lui. O meglio: ho moltissimo contro i personaggi men che monodimensionali, privi di psicologia, privi di storia, privi di emozioni, ma fin qui ero ferma al vivi e lascia vivere.

Poi, ieri, mentre gironzolavo su Internet, sono finita sul sito degli Harmony. E ho scoperto che l’inizio della fine è arrivato.  Nascono -udite! – gli Harmony PARANORMAL. Titolo della collana BlueNocturne. Contenuto: amori sovrannaturali. Umana con demone, con vampiro, con quel che vi pare, purchè PARANORMAL.

Ovvero, dal sito:

Agli occhi delle lettrici italiane può sembrare incredibile, ma oltreoceano il più amato segmento del romance è proprio quello paranormale. Romanzi dove le vicende di vampiri, demoni e creature fantastiche si intrecciano alla realtà, in un turbine di passioni travolgenti e amori eterni, ma sempre tormentati.D’altra parte, lo sapeva bene già Bram Stoker, quando, in “Dracula”, dipinse una delle più grandi storie d’amore di tutti i tempi.
In effetti, al di là dell’aspetto sovrannaturale di alcuni personaggi, questo genere di romanzi ha conquistato le lettrici americane proprio per la profonda intensità dei sentimenti descritti e per gli innumerevoli ostacoli che spesso i protagonisti devono affrontare per coronare i propri sentimenti. Insomma, ci troviamo di fronte a favole moderne, non meno credibili, alla fine, di tanti altri romance; lo conferma il fatto che spesso uno dei commenti espressi dalle amanti del paranormal è proprio l’alto tasso di immedesimazione nelle vicende narrate. Che dire? L’amore non ha confini, di questo eravamo certe.
Un esempio su tutti, il grande successo riscosso da Stephenie Meyer: con il suo romanzo Twilight ha venduto 11 milioni di copie, riscuotendo un clamore tale da approdare a Hollywood: proprio oggi esce in Italia il film tratto dal libro e, grazie al fascino degli attori protagonisti, la pellicola si è già trasformata in vero e proprio fenomeno di massa.

Già, sempre la Meyer.
Bisogna essere contenti? Noi lettori/scriventi di horror/goth/urban fantasy dobbiamo esultare pensando che si è aperto un varco? O, viceversa, dobbiamo singhiozzare nei nostri fazzolettini (scoprendo che i medesimi, da semplici kleenex, sono diventati fazzoletti di pizzo?)?
Ditemi voi.

Annunci

Tag: ,

10 Risposte to “Pelle di seta su muscoli d’acciaio”

  1. Ophar Says:

    oggi prendo atto che è nata la razza dei truzzi-dark… piango.

  2. Lara Manni Says:

    Ti porgo il fazzolettino (di carta, rigorosamente): ma la faccenda mi sembrava purtroppo inevitabile, visto che siamo invasi, ormai.

  3. Caska Says:

    Io farei entrambe le cose, per non farsi mancare niente xD

  4. Laurie Says:

    Ma, Laruccia, hai scoperto il paranormal romance?
    ORA?
    In America circola da secoli! Mai sentito parlare di Jean-Claude?
    Semmai la Meyer, con il successo dei suoi “libri”, ha aperto il verco in Italia per questi romanzi.

  5. Ophar Says:

    Non capisco davvero, però ci sto pensando. Alla gente piace questo romanticismo in un rapporto che vede come protagonista un personaggio che è e rimarrà diverso dagli altri. Speciale. Ma perché c’è questo desiderio di romanticismo, quando poi, di fatto, la gente nei rapporti con l’altro sesso si basa principalmente sulla fisicità? Non che in questo caso la fisicità sia esclusa, anzi, però quello che attrae le lettrici è il sentimento incondizionato (nel caso di Twilight naturalmente) forte e immutato. Secondo me il successo di Twilight dipende dal fatto che al pubblico piace immedesimarsi in una ragazzina che pur non essendo particolare sia fisicamente, che caratterialmente riesce a ottenere un amore così grande. Alla fine è una questione di egocentrismo.

  6. Lara Manni Says:

    Lau, non lo sapevo. Cioè, non sapevo che Jean-Claude si chiamasse così, insomma che quelli della Hamilton fossero come…HARMONY!
    Ophar, io credo che sia perchè si abbia voglia di sogni a buon mercato. E’ meraviglioso scrivere romanzi dove ci sia l’amore (penso alla Sfera del buio, dalla saga della Torre nera). Ma dipende da COME li si scrive. E’ questo che mi urta. Cose scritte con la mano sinistra, tanto per…
    Però hai ragione. Questione di egocentrismo. Proprio vero.

  7. Teiresias Says:

    Finalmente qualcuno ha capito l’inghippo.
    Io mi nascondo sotto un sasso e ne uscirò solo quando mi arriverà il nuovo carico dall’Euroclub, visto che ho comprato un libro di Patrick Senécal che mi ispira alquanto.
    Per il resto, fuggo da tutta questa roba.
    Che cazzo, anche a me piacciono le storie d’amore! Mi sono commosso alla fine de La Mosca, davvero, è straziante. Ma gli Harmony mi fanno venire l’acne…anche quelli travestiti da finti Harmony.

  8. Rohchan Says:

    Io ci ho provato a leggere un Harmony…ammetto. Mea culpa.
    A mia discolpa posso dire che alla settima pagina ho chiuso il libro e sono tornata ai miei soliti lidi.
    Decisamente, DECISAMENTE meglio.

    Passino i pantaloni stretti…se uno il fisico adatto.
    Passi la camicia bianca, anche un po’ aperta. Basta che non sia Gennaio, coi pinguini che ti battono sui vetri per entrare perchè fuori fa un freddo tremendo.
    Ma il profumo di spezie? o.O A me viene da starnutire solo al pensiero…

    Kami, salvateci. Ci mancavano gli Harmony Paranormal. Per carità, meglio leggere quelli che non leggere proprio nulla (lista della spesa inclusa), però…

    Però aspetta. Perchè…insomma, tutte si sogna, prima o dopo, consciamente o meno, l’amore con una creatura altra e diversa.
    Sicuro, egocentrismo.
    Essere ricordate come “la ragazza che…” o “il ragazo che…”. Siamo esseri umani alla fine, il voler essere primi/unici -in qualunque campo- sui nostri simili è scritta nel nostro codice genetico, anche se non siamo nulla di speciale.
    Però…mah. Poi inevitabilmente si finisce per cercare tra gli essere umani quello che non ci può essere, perchè, appunto, siamo esseri umani.
    Mi ci metto io per prima. Hai voglia te a cercare il Principe Corvo tra gli esseri umani. Quello è il Principe (cattivo *.*) dei Faeran, e da questa parte non verrà MAI.

    E poi mi nascondo…perche ho comprato e letto tutti e quattro i libri della Meyer e li ho apprezzati. Bella l’ho odiata, ma non torniamo su questo argomento…^^
    Ophar, forse dipende anche dal fatto che ormai le ragazzine si vergognano ad ammettere di sognare un amore simile, perchè sarebbero prese per i fondelli dall’universo, e non sono tante quelle che hanno il coraggio di uscire dal coro e dire “no, io vorrei questo questo e quest’altro, da una relazione.” Si può sognare col libro. Poi ovvio, il tonfo a cadere nella realtà è pazzesco. Per quel che mi riguarda, ascoltando quello che si dice in giro ho capito che il romanticismo e l’amore “gentile” è considerata roba da pappemolli. Ugh. Rimarrò zitella…^^

    Secondo me, ragazzi, dovete approfittare dell’onda. Grazie a chi ha sdoganato il genere, ma ora voi che siete scrittori potete scrivere storie che facciano impallidire queste cose. E far nascere il buon gusto in questo filone di scrittura. ^_-

  9. Caska Says:

    “Io ci ho provato a leggere un Harmony…ammetto. Mea culpa.”

    “Il problema non è leggere Novella 2000, è leggere SOLO Novella 2000. Chi legge Harmony così, epr svago, non è necessariamente un idiota.”
    “No. Però si può sentire chiamato in causa.”
    “E mi stanno sul culo quelli che fanno gli schizzinosi quando vedono che leggi, chessò…TV Sorrisi e Canzoni.”
    “Anche a me. Ma a me stanno sul culo quasi tutti.”
    (la citazione suprema <3)

  10. Lara Manni Says:

    No no, nessuno si nasconda. Anche io ho letto harmony e anche Meyer.
    Il problema è cosa si cerca, appunto. Come si vuole veder rappresentato l’amore. Parla d’amore pure Proust, se è per questo.
    Il problema, temo, è sempre uno: si può raccontare tutto, se il fine è il racconto. Ma non lo è così spesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: