Mea culpa

Volevo fare un post meditato, ma non sarà così.

Scusate, io non sono tagliata per questo ambiente.
Non sono tagliata per la narrativa, non sono tagliata per quelle che vengono chiamate strategie, non sono tagliata per nulla, ok?

Sono e dovevo rimanere una scrittrice di fan fiction.

Pubblicare un libro è stato un errore, e sono stata un’imbecille a farlo.

Advertisements

21 Risposte to “Mea culpa”

  1. kira Says:

    Sei un’imbecille se dici questo. Hai la scrittura nel sangue, anzi, nelle vene non hai sangue ma inchiostro!!! Nella vita bisogna lottare e adesso tocca a te lottare per quello che ti piace fare. Come ti ho detto prima, i serpenti sono in ogni ambito… letterario, cinematografico e quant’altro, l’importante e non dargliela vinta Lara. Sei brava!!! Se l’invidia li rode problemi loro. Non hai fatto bene ad accettare di pubblicare un libro… HAI FATTO BENISSIMO!!!! Questa è un’opportunità che a non tutti viene concessa… stringi i denti e combatti! Non lasciare che sminuiscano il tuo lavoro e la tua fatica, tu vali molto di più di tutti loro messi insieme! Ho visto poche persone in vita mia (anche se sono piccola) che mettono la stessa passione in qualcosa come tu la metti nella scrittura!!! Se io, fifona e vigliacca di natura posso affrontare il mondo, puoi farlo anche tu, e puoi farlo a TESTA ALTA PERCHE’ TI SEI GUADAGNATA QUELLO CHE HAI, nessuno ti ha regalato niente!!! Di solito sono una che scrive poco… ma qui avevo parecchio da dire! Scusa il papiro….TI VOGLIO BENE!

  2. Light Says:

    c’è tanta luce in cielo, ora, perchè tu Lara hai liberato un azzurro intenso.
    Lara, come ogni lavoro c’è il bisogno e la forza di esporsi e confrontarsi. Parli di strategie di marketing? Di presentazioni del libro? CI devono essere, perchè TU SEI 🙂

  3. Anghelos Says:

    Io qui dovrei essere l’ultimo a parlare, visto che ho una certa esperienza in tema di fughe e paure, ma forse proprio per questo sono più in grado di capire come ti senti, ed è il motivo per cui non ti offro né comprensione né supporto.
    Paura di fronte al grande passo della pubblicazione? Normale, succede a molti nei momenti importanti, che sia un libro o un matrimonio o la scelta di trasferirsi all’estero: un momento di crisi direi quasi che è fisiologico in questi frangenti. Ma non è una scusa per svilirsi, autoaccusarsi di deficienze varie, sprofondare in un disprezzo di sé che è, soprattutto, vittimismo ed autocompiacimento. Quindi rialzati, smetti di darti dell’imbecille e limitati a riflettere sul fatto che tutti gli ambienti hanno i loro pregi e le loro miserie, che Esbat per cambiarti la vita dovrebbe vendere duecentomila copie, e se anche ci riuscisse non è affatto detto che la vita dovrebbe cambiare in peggio: tutto sta da come ti rapporti alla nuova situazione, e macerarsi nelle lamentele è il metodo peggiore. Punto.
    Anzi, no, ancora una cosa: se rinneghi così le tue potenzialità e qualità rinneghi anche tutti quelli che in queste potenzialità e qualità hanno creduto. Riflettici.

  4. Lo Stregatto Says:

    Il vero limite degli uomini è la loro fantasia.
    Tu di fantasia ne hai moltissima… non crearti limiti che non esistono; non lasciare che la paura ti limiti a fare qualcosa che invece ADORI fare!
    Sia l’angelo che il gatto sono concordi (strano ma vero); smettila di fare l’imbecille dandoti dell’imbecille!!!

  5. Laurie Says:

    Ok, non è il primo aprile.
    Laruccia, se ti hanno pubblicato un romanzo ambientato in Giappone che proviene da una fanfiction vuol dire che credono in te. Escludo categoricamente che la Feltrinelli sia pazza.

  6. Rohchan Says:

    Lara, che succede?
    Mi associo a tutti quanti…hai fantasia, capacità intelligenza, cultura…e buon gusto.
    La gente è sempre invidiosa, sai? Anche quando tutto quello che fai di speciale è girare la domenica infilata in sontuosi abiti medievali, e non trovano di meglio da dirti che ‘guarda questa cretina come va in giro conciata, col sole che c’è’.
    Sai cosa penso? Che è la storia della volpe con l’uva.

    Anghelos ha ragione…puoi girarti e non dire nulla, stare in disparte in silenzio e dare ragione a chi ti dice che non ne vali la pena…oppure come dice Kira puoi alzare la testa, guardarli negli occhi e dire loro che è tutta invidia, perchè loro una cosa così non l’hanno mai pensata, neanche scritta…nemmeno pensata.

    E Laurie ha ragione…una casa editrice come la Feltrinelli non può essere impazzita di colpo. Se ti pubblicano, è perchè ti ritengono degna del loro nome.
    FORZA!!!!! Facci vedere quanto sai essere forte!!!
    ^*^ Debby

  7. Caska Says:

    Non penso che lei stia parlando delle sue non-capacità, ma della sensazione di non riuscire a sopportare ciò che ne deriva :\

  8. Rohchan Says:

    Beh, ma questo secondo me è normale…siamo solo esseri umani dopotutto…
    è questione di come guardi il bicchiere…non sono guai o cose brutte, sono possibilità di rendere felici le altre persone, insegnare qualcosa e dirsi ‘caspita, ce l’ho fatta. Gurdami.’
    E poi non è sola…a parte chi è lì accanto a lei fisicamente, ci siamo tutti noi qui…^_^

  9. Rew Says:

    Io non vedo l’ora di comprare il tuo libro! Secondo me sei una scrittrice nata, e ti ammiro molto per questo!
    C’è tanta gente a supportarti, non devi mollare!

  10. Teiresias Says:

    Lara, penso che molti scrittori abbiano un tracollo con la pubblicazione del primo romanzo. Che cazzo, TUTTI quelli che si ritrovano davanti un’occasione incredibile come questa, di poter finalmente fare quello che amano e potere avere qualcosa in cambio, si sentano assolutamente inadeguati di fronte a tutto ciò.
    Ma non credo ci sia bisogno di dire questo, cavoli. Non è ancora stato pubblicato ufficialmente il tuo romanzo, neanche sai se qualcuno l’ha stroncato con recensioni, se qualcuno esterno al mondo del web e di “rosencrazt lara” l’abbia effettivamente letto. Aspetta a deprimerti almeno fino a giugno. Se qualcuno all’interno dell’ambiente ti ha fatto capire che la natura di fanfiction di Esbat lo rende un lavoro sottovalutabile, beh, mandalo a cagare almeno finché non hai qualcosa in mano che gli dia ragione.
    Che cazzo, la testa e il talento per scrivere ce li hai.

  11. Lara Manni Says:

    Non so se ho le spalle.
    Comunque grazie, so di essere insopportabile.

  12. LaCia Says:

    Lara! Non ti ho più vista su aNobii e non so perché ma ho capito che stava succedendo qualcosa. Forse hanno ragione le mie amiche a dire che sono una strega (in molti sensi purtroppo).
    Mi associo agli altri nel dirti di tenere duro. Purtroppo un conto è scrivere e un conto è pubblicare. Quest’ultima “faccenda” è solo mercato. Non c’entra l’arte, non c’entra la passione, non c’entra la buona o la cattiva scrittura. E’ solo marketing. Il motto del clan del MacLeod (da cui Connor l’immortale highlander) è Hold fast.
    Hold fast, Lara. Salda e diritta contro il vento…

  13. Lara Manni Says:

    Hold fast mi piace. 🙂

  14. Luthien Says:

    Lara,
    “La calunnia è un venticello
    Un’auretta assai gentile
    Che insensibile sottile
    Leggermente dolcemente
    Incomincia a sussurrar.”

    due righette dal Barbiere di Siviglia…
    Stai calma e respira a fondo.
    Manca poco 🙂
    Un bacio!

  15. laila Says:

    lara maledizione! non ti permetto assolutamente di dire che non sei capace di scrivere & co. io Esbat l’ho letto e trovo che sia veramente un bel libro! (ok, qualcuno mi avverta se mi sto scaldando troppo)
    se sei arrivata a pubblicare un libro vuol dire che hai talento!

    ah e mi è sembra di aver letto che ci sarà un continuo di Esbat… è vero? perché dopo aver finito il libro avrei voluto saperne di più sulla questione ‘Ivy Hyotsuki Max e company’

  16. Lara Manni Says:

    Ehi Laila, ciao! Be’, pubblicare non è sempre sinonimo di talento, però…O gli scaffali traboccherebbero di splendori, e così non è 🙂 Grazie, comunque, davvero.
    Il seguito c’è, e c’è anche il seguito del seguito, laddove si comprende anche il “senso” della figura di Max. Ma non so ancora nulla sulla loro sorte editoriale. Incrocio incrocio. Un abbraccio.

  17. laila Says:

    Ciao lara, ho ritrovato ora la pagina web (di buon ora, eh?)
    la storia sulla sensei, ivy & co. mi è piaciuta veramente molto (avvertimi se divento ripetitiva a questo proposito), comunque, quando avrai terminato la trilogia (il secondo volume si chiamerà Spodset vero?) farai anche un volume sul manga ‘la leggenda di Moeru’?

  18. Lara Manni Says:

    Magari Laila 🙂
    Se ci sono candidati, sarebbe bello trasformare non tanto Moeru, ma Esbat in manga. 🙂

  19. laila Says:

    ok, ci sono io! me la cavo piuttosto bene a disegnare, e sono una patita del tratto manga (avresti dovuto vedermi quando ho letto la tua risposta! sono quasi svenuta sulla tastiera del computer!) se avessi il modo di contattarti per bene comprerei uno scanner e ti manderei le tavole di Esbat che ho già disegnato in proprio! (l’ho fatto senza chiedere il copyright scusa… )

  20. Lara Manni Says:

    lara.manni@gmail.com
    🙂

  21. laila Says:

    ok, ora devo solo girare il mondo in cerca di uno scanner! ora però devo uscire dal computer… uno di questi giorni provo a mandarti un’email, ci risentiamo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: