Io, per esempio

Io sono una che conserva anche i biglietti dei cinema, salvo ritrovarmeli nelle tasche dopo anni. Sono una che prima di gettare un paio di scarpe, o di jeans, attende la loro irrimediabile distruzione. Per dire che sono una piuttosto attaccata al passato.
Quindi, ecco, l’idea che anche se non cambia nulla in realtà cambia qualcosa, un po’, mi scombussola.
Fate come se non avessi detto niente.

Annunci

Tag:

9 Risposte to “Io, per esempio”

  1. Ophar Says:

    Ahahahah come ti capisco. Ecco perchè ho fatto amicizia con Peter Pan. Quando vuoi ci prendiamo un caffè tutti e tre con i jeans più vecchi che abbiamo stracolmi di biglietti del cinema del 2002.

  2. demonio pellegrino Says:

    mmm, anche io sono cosi’, ma con una variante significativa. E cioe’ periodicamente, tipo ogni quattro, cinque anni, prendo e butto via TUTTO. Ma quando dico TUTTO intendo tutto. Cioe’: sono cosi’ ossessionato dal conservare tutto, che poi mi ritrovo con un bordello indicibile, e mi viene il nervoso. Cosi’ alla fine, invece di conservare almeno le cose importanti, mi lascio prendere dalla foga di distruggere il mondo, prendo tutto e lo butto. Senza neanche passare del tempo a cercare di salvare il salvabile.

    Sono un uomo con un passato di cinque anni. Toh: uno spunto per un racconto.

  3. Rew Says:

    Io perdo tutto, quindi è decisamente peggio.
    Però è bello ritrovare qualcosa di vecchio e magari farsi due risate sopra…

  4. Lo Stregatto Says:

    Ho trovato un cartone nelle pizze (con tanto di croste/cornicioni accluse/i) nell’armadio (quello dei vestiti…)… era vecchio di 6 anni.

    Vi lascio immaginare il resto.

    Ma si sa… caos e creatività vanno di pari passo (ottima scusa che riutilizzo ad ogni pie sospinto)

  5. Lo Stregatto Says:

    ah, Lara… se trovi un buon calzolaio abbastanza “datato”, vedrai che è anche capace di risuolarti le scarpe…
    Ne ho uno vicino casa (ergo ho delle scarpe che stanno compiendo 15 anni… ma sono così comode… come faccio a cambiarle??? :-p )

  6. Lara Manni Says:

    Ma a me succede non solo con gli oggetti, ma con pezzi della mia vita. Tipo: sono ancora uguale oggi a come ero due settimane fa? Paranoia, lo so.

  7. demoniopellegrino Says:

    mi pare di aver letto da qualche parte che il corpo umano ci mette 7 anni a cambiare completamente le cellule. Cioe’, se non ho capito male, alla fine di un ciclo di 7 anni tu non hai piu’ niente di quello che avevi sette anni prima.

    Due settimane sono poche. Ma sicuro qualche cellula nuova ce l’hai.

  8. Rew Says:

    La mia prof. di lettere disse (e a dire il vero l’avevo capito guardando un anime, Ef – a tale of memories): noi siamo diversi dai noi stessi di un secondo fa. Ad esempio, ieri non sapevate la lezione che ho fatto poco fa, adesso la sapete. È cambiato qualcosa! Voi siete cambiati!

  9. Vale Says:

    A me capita con gli scontrini. Salvo che gli scontrini sbiadiscono e dopo qualche anno non si legge più niente. Così resta questa prova di acquisto, ma non si sa (più) cosa si è acquistato, né quando (tantomeno perché).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: