La recensione sul Domani

Ci voleva proprio, perchè ho il morale sotto le scarpe. Questa mattina Feltrinelli mi ha mandato il file di una recensione uscita domenica su Il Domani di Calabria, a firma Isabella Moroni, titolo “Tra ciliegi e tè il racconto dell’anima delle donne”. Me la sono copiata tutta e la metto qui, perchè, ecco, è proprio bella (noto che i miei attacchi di panico sono ormai famosi, eh).

“Da dove si comincia quando un libro spazza via ogni preconcetto e stereotipo sugli esordienti e sul “genere” in un colpo solo?

Proviamo dalla trama, anch’essa complessa e innovativa, nonostante utilizzi alcuni canoni della letteratura fantastica.

E’ la storia di una disegnatrice giapponese di manga: ha cinquant’anni, viene sempre chiamata Sensei, maestra, inventa storie ambientate in mondi fantastici ed è adorata ed onorata dai suoi fan.

Nella notte in cui decide di chiudere per sempre il suo manga più famoso, qualcuno arriva da un altrove sconosciuto. E’ un demone, o meglio, è il demone protagonista del manga che la Sensei sta completando, che in una notte di plenilunio, grazie al rituale dell’Esbat (il contatto fra i mondi), viene dalla sua stessa storia per reclamare un finale diverso.

Hyoutsuki, il demone, è bellissimo e spietato. Le fan di tutto il mondo lo adorano. E anche colei che è convinta di averlo creato cede a una passione mortale.
Ma nei riti di sangue che permettono al demone di passare da un mondo all’altro si intromette Ivy. Quindici anni, introversa, solitaria, lo zimbello di compagne e professori, a casa ha una madre che la ignora e l’unico luogo in cui si sente davvero al sicuro è la rete. Eppure Ivy ha dentro di sé la forza del cambiamento, perché come il demone anche lei è sulla soglia tra due mondi e sta per trasformarsi in una donna.

E’ questo  Esbat, edito da Feltrinelli, libro di esordio di Lara Manni, giovane scrittrice romana di 32 anni che .-dice- non avrebbe mai pensato di scrivere un libro.

Di Lara Manni si sa poco, resta nascosta in rete fra dichiarazioni di sociopatie e veri e propri attacchi di panico condivisi sul suo blog. Ha una scrittura chiara, limpida e attenta ai dettagli di un mondo che non le appartiene. Senza sbavature, come raramente si trova nei giovani e, soprattutto ,non parla di storie personali, di traumi psicologici o di drammi adolescenziali, anzi lo fa, ma sempre sciogliendoli in un racconto.

Cosa rara in questi anni in cui i lettori si sono abituati a credere che la frontiera della scrittura sia no le storie del proprio ombelico, un ombelico pieno di ombre ed emozioni, certo, ma un po’ troppo privo di narrazione.

Esbat invece racconta.  Immerso nelle sue lune nipponiche che sembrano gettare una luce azzurrina  sopra ogni pagina, racconta delle terre di passaggio dove l’incontro fra creature e mondi diversi è reale e non si può discutere, ma solo decidere se sperimentarlo.

Un incontro che non è gradevole; è sanguinario come tutti i duelli per la vita, per la conquista, per l’affermazione. Sanguinario e feroce, infido. Sa di frontiera, di baratro, di ultimo urlo. Di una volontà tesa come una corda d’arco e pronta a conficcarsi in quella dell’avversario.

Esbat è una storia gotica che abbandona le brughiere, i suoli sconsacrati ed i vampiri per trasferirsi fra le cerimonie dei ciliegi e del tè con risultati letterariamente più sorprendenti e per i più anche innovativi.

Il gioco, se un gioco c’è, è quello di sconvolgere le tecniche di narrazione impedendo al lettore l’identificazione con uno solo dei protagonisti; eliminando l’eroe buono e salvifico che a tutto rimedia e spargendo –i po’ su ogni personaggio-  specchi, capaci di riflettere le molteplici anime dei lettori.

Perdonino i manga fan e tutti gli otaku del mondo, ma il libro di Lara Manni in realtà è il racconto dell’anima delle donne  e della capacità di combattere strenuamente  per un desiderio, un sogno, un’idea fuori dal comune, una passione.
Di lottare per  la loro “creatura” sia questa generata, immaginata, scritta, disegnata, esistente, in divenire, lontana, presente, di questa o di un’altra vita.

E per questo capaci di cambiare il flusso delle cose, di agire ovunque, persino in quei  luoghi che, altrimenti, non esisterebbero”.

Annunci

15 Risposte to “La recensione sul Domani”

  1. Vale Says:

    Bè, se può consolarti, ieri ho avuto finalmente il libro, e sono rimasta alzata fino alle due e mezzo per terminarlo. E stanotte ho sognato di leggere il seguito (a propos, quanto dovremo aspeettare?)

    Dire che mi è piaciuto è poco. Diciamo che – così come mi succede lleggendo Stephen King – Esbat mi ha fatto tornare quella irrefrenabile voglia di battere i tasti sul baratro bianco… entusiasmo che da un po’ di mesi continuava a calare, fino a farmi domandare cosa voglia davvero nella vita.

    Bè, ora faccio un giretto nei miei blog preferiti, e poi via, dai… si scrive. Sarò brava come te? Non lo so, so che come succede con altri, devo ringraziarti (anche per il tempo della mia insonnnia passato con una bella storia)

  2. Lara Manni Says:

    Vale, grazie!!! Davvero, vedrai, quando pubblicherai il tuo ex-baratro, quanto contano le parole di chi legge 🙂
    Sul seguito, ancora non lo so. Però c’è.
    Ps. Cosa hai sognato? xD

  3. Vale Says:

    Bè, che Ivy si metteva a disegnare una sorta di versione piena di demoni di un progetto che ho da tempo, di cui avrei voluto fare una graphic novel (il problema è che la mia disegnatrice di riferimento (mia sorella) lavora in uno studio di animazione e non ha mai tempo, per cui penso che alla fine I Giudici Bianchi sarà un romanzo alla Pynchon…)
    Il bello è che ne I Giudici i Demoni. (o forse sì?)

  4. Vale Says:

    *i Demoni non esistono, volevo dire… Mamma mia, sono proprio via con la testa…
    A presto, Lara!

  5. Lara Manni Says:

    O forse sì. Appunto 🙂
    Attendo notizie sui giudici!

  6. Celesty Says:

    Ma quanto sono contenta per te.
    Sì, sono felice che una donna fantastica come te sia riuscita a scrivere una storia bella e coinvolgente che ha riscosso tante critiche positive.
    Mi fa tantissimo piacere e non sai che bello leggere le parole scritte sopra… Perché è tutto vero! ^^

  7. kira Says:

    Le tue crisi di panico sono ormai famose Larù!!! Ma a noi piaci così…^^ Che dire? Ha proprio descrtto bene Esbat secondo me, e da un lato sono “contenta” che di te si sappia poco.. che ci posso fare? Sono gelosa… 😛

  8. Lara Manni Says:

    🙂
    Anche io sono gelosa di me stessa, in effetti, infatti questa storia delle crisi di panico mi manda in…crisi. xD
    Celesty, grazie. Una parola gentile ripaga di cento parole maligne.

  9. Mel-chan Says:

    Accidenti, capita assai (ma proprio assai, eh) di rado che una recensione mi piaccia o la trovi anche solo con un minimo valore, ma questa è davvero ben fatta ❤ Poi magari personalmente non sono d'accordo con tutto quello che dice l'autrice, riguardo a cosa racconti il libro, ma è indubbio che sia una recensione sentita *_*

  10. Ari Says:

    Che bella recensione! Rende proprio giustizia ad Esbat! Sul Faccialibro non riuscivo a leggere… 😛
    Com’è che hai il morale sotto le suole?! Che è successo?!

  11. Lara Manni Says:

    Crisi di panico, Aruccia. Come al solito 🙂

  12. peco Says:

    molte pagine della mia copia di esbat riflettono veramente di azzurrino , nesun arcano però, il giorno che ne sono entrato in possesso l’ho messo nello zainetto senza rendermi conto che il collutorio che avevo preso precedentemente avesse il tappo difettoso..
    grande lara!

  13. Lara Manni Says:

    Grande peco xDDDDD
    Voglio una foto della copia al colluttorio xDDDD

  14. demonio pellegrino Says:

    bellissima recensione! tra una ventina di giorni dovrei avere Esbat tra le mani…

  15. Lara Manni Says:

    Non vedo l’ora, Demonio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: