Xena e l’ironia

Insomma, stamattina ho alzato la testa da Sopdet e ho acceso la televisione, trovando un episodio di Xena da incorniciare: in pratica, tutta la puntata era un musical, con tanto di contest rap conclusivo. Una delizia.
Perchè è così difficile essere ironici come Sam Raimi?

Torno ad abbassare la testa.

Annunci

18 Risposte to “Xena e l’ironia”

  1. Laurie Says:

    Anche in Buffy c’erano i musical (me lo disse la figlia). L’autoironia è cosa difficile quando c’è di mezzo il fantastico ma qualcuno ce la fa.

  2. Lara Manni Says:

    Vero? Anche Gaiman lo fa, non sempre, ma lo fa…

  3. Ele Says:

    Veramente il musical di Buffy e quello di Xena sono proprio su due pianeti diversi, quello di Buffy è anche bello…xDDD (c’è anche l’episodio musical di Settimo Cielo, e L’HO VISTO.)

  4. Lara Manni Says:

    Io voglio vedere almeno quello di Buffy. Quello di Xena era…assurdo xD Una specie di “mamma mia” versione Olimpo…xD

  5. Ele Says:

    xD no, beh, quello di Buffy è un altro livello, nel senso che non è trash, ha proprio la dignità di un musical xD

  6. Laurie Says:

    Io devo riguardarmi Buffy. Comunque, a parte che era molto trashoso, a me Xena piaceva. Era tutto un restyling dei miti greci che aveva una sua dignità.

    Neil Gaiman non lo ricordavo con l’autoironia °_° Non a tutti gli autori riesce e boh, mica è sempre necessaria ahah Lara, voglio ricordarti che tu scrivevi dei pezzi troppo spassosi ai suoi tempi. Io ci rido ancora, sulla magnolia.

  7. Ele Says:

    Ma sì che Gaiman è autoironico, la fine di American Gods? Se non è ridersi addosso quello…xD Comunque penso che solo in Italia (ma forse è un retaggio abbastanza europeo, inglesi a parte) si tenga in così poco conto l’ironia e l’autoironia, gli americani almeno su quello sono intoccabili, quasi tutto ciò che fanno è talmente autoironico che anche quando arrivano alle massime vette di cialtroneria non puoi non amarli. E’ anche un elemento di continuity, nelle serie: in Friends fanno battute per dieci anni sui matrimoni di Ross, fanno sempre ridere e ti fanno passare sopra al fatto che sì, in effetti un uomo che si sposa e si divorzia tre volte è ridicolo. Per non parlare di quando entrano a un’altra ora al bar, trovano altra gente sul loro divano e ci restano malissimo xDD Sono esempi famosi, ma nelle serie tv quanto in quelle a fumetti (Marvel, più che altro, la Dc è più seriosa che ricordi) gli americani tendono spessissimo a fare l’occhiolino a chi segue. E’ un atto di gioco e fedelizzazione, secondo me. Io lo amo e cerco di metterlo sempre in atto; sicuramente in italia ci vuole più gente che si prenda in giro e meno che si prende sul serio, soprattutto in ciò che abbiamo l’ardire di chiamare “arte”.

  8. Celesty Says:

    Anche Xena è contagiata da Troy, Gabriella & Co. =.=
    Finiremo malissimo… xDDD

  9. Teiresias Says:

    XD oh, Xena, quante memorie…anche se nel mio caso, il telefilm che più mi ha segnato è stato McGyver XD ingegnere già da bambino! Di puntate musical, mi ricordo quella di Scrubs:

    “E’ importante la pupù!”

  10. uriele Says:

    perché é un genio… guardati il nuovo Drag me to hell appena hai tempo 😀

  11. Lara Manni Says:

    Drag me to hell, eh? Sarà mio! 🙂
    Concordo con Ele, sul finale di American Gods, e anche sull’utilizzo – a tratti molto ironico- di alcune divinità antiche…specie egizie.
    Quanto a Xena, è delizioso trash. Però avercene. E soprattutto resto sempre affascinata da chi si rivolge alla mitologia, anche per trarne un serial tv da grandi ascolti…

  12. Fabrizio Says:

    Xena rulla. Ha tagliato la testa a Pompeo…

  13. Lara Manni Says:

    Cosa? Questa mi manca!

  14. Ayame Says:

    Xena *.* Bellissima la puntata in musical, ormai la so a memoria XD

  15. Uriele Says:

    io ho in mente oltre a quello e Hercules, una serie tipo Robin Hood con un personaggio simile a Bruce Cambell (oppure la mia mente lo fonde con l’Autolico di Xena, dio cheffffaigo che è Bruce Cambell, più maschera che uomo e mi sono scompisciato a vedere my name is Bruce, anche se era un film horror trash non eccelso, e Bubbah Oh Tep…).
    Dio benedica la santa trinità i fratelli Raimi e Bruce il redentore

    (A parte gli scherzi qualcuno si ricorda il nome della serie trash su robin hood? Non quella comica che davano sui canali minori, proprio una in stile Hercules che davano su Italia1 o simile)

  16. Lara Manni Says:

    No! Mi sono persa Robin Hood????

  17. kaw Says:

    credo sia questa http://en.wikipedia.org/wiki/The_New_Adventures_of_Robin_Hood
    non mi risulta però fosse prodotta anche questa da sam raimi e si vedeva. non me la ricordo “brillante” come Xena ed Hercules (personalmente ho sempre preferito quest’ultimo, un po’ perché non ho mai sopportato le grida di xena, un po’ perché dopo
    1) l’episodio ambientato nel presente in cui Kevin Sorbo interpreta se stesso, cioè un attore che interpreta Ercole in una serie tv, MA POI svela di essere il vero Ercole sopravvissuto fino ai giorni nostri perché immortale che si barcamena tra il continuare a salvare il mondo e guadagnarsi da vivere facendo l’attore di serie B
    e 2) l’episodio in cui Iolao è il quarto re magio e assiste alla nascita di Gesù
    beh, siamo onesti, NIENTE può batterlo.)

  18. Lara Manni Says:

    Ma perchè mi perdo sempre il meglio, io????
    Da come racconti 1 e 2, Kaw, mi viene voglia di prostrarmi davanti a Sam Raimi e chiedergli se posso preparargli il caffè, accendergli la sigaretta e in cambio rubare tutto il rubabile!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: