Siamo temporaneamente assenti

Perdonate, ma non mi piace la piega che stanno prendendo le cose.
Ho aperto il blog quasi un anno e mezzo fa, quando ancora ero felicemente ignara di cosa accade  agli autori pubblicati e dei vespai in cui, non volendolo e in buona fede, vanno a infilarsi.
Volevo uno spazio dove raccontare gli ostacoli, gli entusiasmi, i dubbi e, in una parola, il lavoro sulla scrittura amatoriale. Dopo poco, l’aggettivo è cambiato e ho firmato il contratto per Esbat.
Ancora tutto bene, fin qui: ho messo a parte chi passava da queste parti dell’editing e della copertina, dei libri che leggevo, delle discussioni sul forum di Efp a cui prendevo parte. Ho scritto qualche raccontino scemo per divertimento mio, e forse anche di qualcun altro.
Poi, le cose sono cambiate, e io mi sento spinta a prendere posizioni da una parte e dall’altra, perchè, come dice Demonio Pellegrino, che è una delle persone migliori che io abbia conosciuto su questo blog, siam fatti così, Guelfi e Ghibellini. Non ci divertiamo, altrimenti. E ha ragione ancora una volta Demonio: quando viene espresso il disprezzo per questa o quella persona nostra “collega” non lo facciamo quasi mai perchè scrive male (e ce ne sono, verissimo), ma perchè non appartiene alla nostra “cerchia”.
Bene, io mi sottraggo. Non ci sto. Non mi piace. Lo trovo deleterio, perdonatemi, anche per quella narrativa fantastica a cui tutti, a parole, diciamo di tenere. Siamo pochi e ci sbraniamo e passiamo il nostro tempo a insultarci: ma non per amore del nostro lavoro, ma per amore del chi-sta-con-chi.
Non è per questo che scrivo.
Quindi, pausa. Probabilmente molto lunga. Forse definitiva. Posterò qui, di tanto in tanto, solo eventuali segnalazioni che riguardano Esbat, non le cose che mi passano per la testa.
Grazie agli amici e alle amiche che, da me, non pretendono altro che io sia Lara.

Annunci

Tag: ,

32 Risposte to “Siamo temporaneamente assenti”

  1. Aryaali76 Says:

    Che dirti Lara?
    Che hai ragione. Mi dispiace davvero, perché, per poco che l’ho frequentato, ho amato moltissimo questo blog. L’ho amato per le cose intelligenti e interessanti sulla scrittura, per i link ad altri blog -altrettanto interessanti- e anche per le “amene cazzate”, come le definisci tu. L’ho amato per il clima molto sereno e rilassato che vi si respirava.
    Vale poco, ma hai tutta la mia solidarietà, perché immagino che essere costretta a prendere questa decisione non sia stato per niente piacevole.

  2. Valberici Says:

    Mi dispiace, non mi pareva che ci fossero polemiche “roventi”, e una spruzzata di pepe in una discussione non ne rovina certo il gusto.
    Quoto il demonio (era da una vita che volevo scrivere ‘sta frase 😉 ).
    Però fin che non si arriva allo scontro “armato” direi che un po’ di schermaglie sono sopportabili.
    Capisco però il disagio, che a volte provo anch’io anche se non in questa occasione, di vedere due o più persone che, per diversi motivi, si stimano, scagliarsi l’uno contro l’altro.
    Comunque il blog è tuo e noi lettori dobbiamo rispettare ogni tua decisione. 🙂

  3. Okamis Says:

    Non sono mai intervenuto, sebbene segua il blog da un bel po’ di tempo. Se posso esprimere la mia opinione, l’idea di abbandonare il sito (o quanto meno buona parte di esso) per un po’ di flame mi pare un errore. Il flame è qualcosa d’inevitabile, che prima o poi capita in qualsiasi sito che abbia raggiunto un minimo di notorietà. Sperare che tutti possano sempre andare d’accordo con tutti è pura utopia. Chiudendo baracca e burattini, il tutto rischia di apparire come una ritirata, ritirata di cui, sinceramente, non ne vedo le ragioni. Non sarebbe meglio, invece, creare un topic con indicate tutte le regole di comportamento che vanno tenute su questi lidi, spostando eventualmente tutti i messaggi contrari a tale politica in articoli che svolgono il ruolo di “cestino” (non sono a favore dell’eliminazione vera e propria dei messaggi, ma questa è una questione personale); ammesso che si possa fare sulla piattaforma base di WP. Altrimenti, a questo punto, conviene comprarsi un sito personale, visto che ormai i prezzi sono stracciati (anche meno di venti euro all’anno).

  4. Erika Says:

    Ciao, sono Erika, webmistress di EFP.
    L’ultima volta che ci siamo sentiti ti avevo detto di aver comprato Esbat. Finendo di leggerlo ho notato il link a questo blog e ogni tanto lo visitavo: non pensavo affatto fosse qualcosa di riservato ad ‘addetti ai lavori’, mi sembrava piuttosto pieno di spunti intelligenti e, grazie a te, ho scoperto un nuovo aspetto della scrittura, sia attraverso le tue esperienze personali che tramite quelle di cui parlavi.
    Per cui mi dispiace che tu abbia deciso di limitarne il contenuto in questo senso, anche se ne capisco la ragione.
    Volevo solo dirtelo ^^
    Hmm … ah, sono contenta che la sezione di Esbat ti abbia fatto felice, l’ho creata perché c’erano già due fanfic online e anche per me è stata una gioia poterlo fare.
    Ciao.

  5. Lara Manni Says:

    Okamis, ciao (e ciao Aryaali e Valberici).
    Il flame è forse inevitabile, ma a me davvero non interessa: si può non andare d’accordo, anzi, forse non si deve andare d’accordo (e qui scatta la mia sindrome da brava ex bambina che mi azzanna ai polpacci ogni volta che c’è un conflitto: mica pensavate che fosse inventata, la psicologa di Esbat, vero?), però mi pare che in questo caso si vada oltre.
    Il topic con le regole è una splendida idea e ci sto pensando: ma secondo te verrebbero rispettate? Nel post di ieri ho detto due volte “stop” ed è come se avessi scritto al vento.
    Quanto ai siti: sì, ma quello che mi stare male è che a me discutere piace. E, magari sbagliando, lo trovo anche utile.

    Erika!!!!!!!
    Anzi tutto grazie mille per la sezione! E poi…forse devo prendere qualche lezione di “come si gestisce uno spazio in rete”. Perchè quello che desidero (tuttora) è tentare di riportare nei ranghi della discussione serena i discorsi sulla scrittura. Magari ci si riesce? Mah.

  6. Ayame Says:

    Lara, questo blog è tuo e hai il diritto di vedere rispettati i tuoi spazi. Come dico sempre, se vieni a casa mia e metti i piedi sopra al tavolo ho tutto il diritto di cacciarti. Se posso darti un consiglio, non chiudere il blog ma fai una scrematura dei commenti quando vedi che le cose si mettono male. Al primo richiamo ok, vedi come va. Alla seconda cazzata blocchi i commenti dell’autore finché non torna nei ranghi. Non dargliela vinta 😉

  7. Vale Says:

    Ciao, Lara!
    Io ho letto i commenti dell’altro post solo stamattina… col fatto che adesso lavoro ho poco tempo di commentare, e spesso non lo faccio anche perché sentendomi sulla tua stessa lunghezza d’onda (ah, noi carampane di King!) penso sia inutile ripetere il già detto.
    Non ho lasciato un mio commento (e ne avrei da dire, senza polemiche, comunque) solo perché lo hai chiesto tu.
    E per il discorso di chiudere il blog, bè, per quello che può valere, io non ne sarei molto contenta. Mi piace venire qui e leggere quello che ti passa per la testa, allo stesso modo in cui ho amato On Writing… perché scrivo anche io? Perché sono una curiosona? Bè, qualunque risposta uno possa dare, a me sbirciare il dietro le quinte piace eccome, e come a me tanta gente, altrimenti non si spiegherebbe il successo dei dvd pieni di extra.
    Per i flame guarda. Nel mio vecchio blog, quello di splinder, mi è capitato, e io tra i miei lettori ho quattro gatti… 😛 succedeva che a volte arrivasse qualcuno che mi lasciasse commenti sgradevolissimi inneggianti alla violenza sui gatti, e questo perché io giro appelli per i gattili e aneddoti sui miei, di gatti. Sono cose che purtroppo fanno parte del pacchetto (e con questo non voglio paragonare chi commenta qui con l’imbecille che scriveva di volermi ammazzare i gatti, intendiamoci).

  8. Rew Says:

    Mi dispiace tantissimo D: seguire questo blog è… beh, illluminante. Anche io, come Erika, sono stata istruita dalle tue esperienze.
    Spero che continuerai a scrivere da qualche parte (nuovo blog segreto, blog privato… ecc. ci sono tante possibilità).
    Come ha detto Valberici, noi lettori dobbiamo rispettare le tue scelte da proprietaria del blog, ma teoricamente dovrebbero anche rispettare quello che tu scrivi, dopo tutto è per questo che ci sono i blog ;D

  9. Ema Says:

    Decisione che va rispettata: però se hai intenzione di leggere ancora questo topic qui, aspettati di vedere un paio di centinaia di commenti di gente che ti dice più o meno quanto segue (e che ha già preceduto):
    Metti delle regole e se necessario assumi un moderatore, che controlli la situazione quando non ci sei tu. Regole precise, amichevoli, ma della serie “o la minestra o la finestra”. Il blog è seguitissimo, una delle ultime discussioni ha fatto 120 commenti circa in due giorni (due gggiorni!) che manco il blog di Beppe Grillo, fra un po’. S’è visto mezzo flame su migliaia di commenti, che in definitiva come percentuale è davvero bassa.
    Tutti quelli che sono qui vogliono parlare di quello di cui vuoi parlare tu, e nessuno ambisce allo scontro. Fino a ieri si è discusso – anche animatamente! ricordatelo – senza mai scivolare sopra le righe, quindi prendi ciò che è accaduto come un’eccezione e prendi provvedimenti acciocché non si ripeta. Amichevoli, ma precisi.

    Personalmente mi dispiace di aver preso parte al tafferuglio, ma non ero al corrente della tua sensibilità in materia e mi sentirei troppo in colpa qualora decidessi di prenderti ‘sta benedetta pausa di riflessione. ‘Sto blog serve e non se ne trovano in giro con lo stesso equilibrio, intelligenza e anche se permetti parco di utenti 😉

    Ripeto: moderatore esterno (così non devi manco fare niente tu), blocco commenti, ban.

  10. Lara Manni Says:

    Facciamo così: un poco di pausa così cerco di capire cosa ho io che non va. Eh?

  11. Gianrico Gambino Says:

    ti ho già espresso il mioparere in privata sede, non avevo inteso volessi chiudere proprio il bog, me ne dispiaccio ci ero appena arrivato su segnalazione di Ema e concordo con lui nel dire che seguiranno trecento commenti che ti diranno di non chiuderlo per UNA discussione, che come giustamente dice Varzyl-Berici il Saggio alla fin fine non è stata tremenda.
    Se ci pensi è pure normale, raduni tante persone tra loro differenti ci parli ed è normale trovare opinioni contrastanti e a volte in aperto conflitto. Fa parte di quel che tu cerchi quando cerchi dialogo, non credere che il dialogo in quanto tale sia scevro da conflitti. Guarda USA e URSS se avessero chiuso baracca e burattini saremmo ancora in guerra fredda. Invece a denti stretti (digrignandoli magari) han continuato il dialogo e la guerra fredda ha avuto termine.

  12. Ale Says:

    Mi dispiace tantissimo per quello che è accaduto e per le conseguenze che – forse – avrà. Frequento da poco questo spazio, ma mi stavo già affezionando! Tuttavia ritengo che tenere un blog debba essere qualcosa che dia piacere sia a chi scrive che a chi legge e non un’ ulteriore fonte di stress ( io per esempio, che ho sempre frequentato l’ambiente dei forum, ho smesso proprio per via dei TROPPI flame. Che noia!)
    In realtà spero che questo sia un momento passeggero e la pausa sia temporanea. Quindi non dico “arrivederci”, ma…a presto! 😉

  13. Ema Says:

    azz ha ragione Gianrico! cioè non vorrai mica provocare una GUERRA FREDDA VERO?!? ^_^
    come ti ho già detto, concediti finalmente quella vacanza con Brad e torna in forma. Nel frattempo qui ci pensiamo io e Gian a tenerti il blog in caldo… muhahahahahAHAHAHHAHAHahahahhaha…

  14. Valberici Says:

    “cerco di capire cosa ho io che non va”

    Dal poco che ti conosco direi che non hai niente che non va. 😉
    E riguardo al blog non sentirti in “dovere” di tenerlo aperto, e te lo dico a malincuore perchè mi piace assai.
    Nella vita la serenità dell’animo è molto importante ed è su cosa la possa turbare che devi riflettere, secondo il mio modesto parere.
    Bisogna vivere la rete nel modo a noi più confacente. 😉

  15. Ele/Caska Says:

    Ma a nessuno viene in mente che forse ha dei motivi personali dietro le quinte e il blog è solo un mezzo che tende a portarglieli…? Non è il problema di una discussione (fosse una, poi), sarà il problema che a lei quelli che ai visitatori occasionali non appaiono come problemi, diventano poi tali nella sfera personale, no? Ma soprattutto saranno fatti suoi XDD

  16. Lara Manni Says:

    Il punto è che ci sono modi diversi, come dice Ele, per vedere un problema. Diciamo che ci rifletto per un po’. E, alla fine della pausa, vi dico cosa ho pensato per continuare a ragionare SENZA spennamenti.

  17. Mele Says:

    Ragazza, sai che ho fiducia in te e nel fatto che prenderai la decisione migliore (per te, per noi che ti seguiamo attraverso il blog e vogliamo continuare a farlo)? Da parte mia, gridarti “NOOOOOOOOOOOOOOOOO!” sarebbe inutile, forse stupido e certamente egoista.
    Basta che non sparisci.
    O il tuo gatto riceverà un mucchio di mail minatorie.

  18. Elayne Says:

    No,non chiudere questo blog,ti prego!!!ç_ç

    E’ vero,non ho mai commentato e tu non sai assolutamente chi io sia,però da circa tre mesi a questa parte stavo seguendo quotidianamente il tuo blog e mi dispiacerebbe troppo se tu lo chiudessi!

    Non credo che per una discussione degenerata si debba prendere una decisione così drastica…e poi,qual è il problema se ogni tanto i toni si fanno più accesi?Basta che non si sconfini nel volgare,per il resto ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni,no?Anzi,io che mi sono sempre e solo limitata a leggere,posso dire che dalle vostre discussioni sto imparando un sacco di cose sul mondo degli scrittori italiani e sull’editoria.

    Oltre a questo,il tuo blog mi piace perchè mi ha permesso di vedere la figura dello “scrittore” – che per un lettore sembra una sorta di Dio onnisciente e onnipotente – in un contesto più…”umano”.

    Quindi,ti prego,non chiudere questo blog,mi sono affezionata molto…e come me,penso moltissime altre persone.

  19. Gianrico Gambino Says:

    mele ho un dubbio ma il tuo NOOOOOOOO lo hai fatto con appoggio?

  20. Ema Says:

    intanto che lara riflette si parlava di farle trovare al suo ritorno un tre-quattrocento commenti in questo post, tipo tributo dei lettori… senza spam e flame. Ce la facciamo?

    Inizio subito. Ele, nessuno qui le dice: tieni aperto ‘sto blog o ti vengo sotto casa con la lupara. Queste sono manifestazioni di sostegno, che magari fanno bene in tutti i casi quali che siano i ragionamenti non comprensibili ai commentatori occasionali che l’hanno portata a titubare. Se il risultato del ragionamento sarà “OK, è un problema troppo grosso per me” l’accetteremo tutti e passeremo a subissarla di mail finché esasperata non chiuderà pure quella (^_^) ma magari chiudere con “OK, è un problema troppo grosso per me e chiudo MA mi stimano tutti un casino” è un pochetto più gratificante…
    Avanti il prossimo.

  21. Gianrico Gambino Says:

    concordo con ema. Posso dire che in tre giorni di frequentazione di questo blog ho avuto spunti per quattro articoli più altri due in cantiere. Lara a sto punto ti prendo per Musa ispiratrice 😉 potrei farti un contratto part time se vuoi, nel senso che una part del tuo time lo dedichi a ispirarmi articoli intelligenti per il mio blog ricevendo in cmabio la mia gratitudine

  22. Laurie Says:

    Laruccia, mi sa che qualsiasi parte andrai ci saranno discussioni – sia tra professionista sia tra fan. Secondo me chi frequenta questo blog ha già capito da un pezzo che a te non piace entrare nel giro – e ti capisco benissimo, non piaceva neppure a me stare tra questa o quella fazione nel fandom!
    Fai quello che ti senti, io ci sarò sempre.

  23. simona Says:

    Mi spiace, non perchè vedessi in questo blog una valvola di sfogo di una scrittrice che sente di non avere la giusta considerazioni- e in effetti io sono soddisfatta di me stessa e di quello che ho anche se non è molto- ma perchè oltre ai miei commenti mi piacevano quelli degli altri. Forse hai notato una certa ferocia nei confronti di determinate autori e libri,primo fra tutti Twiligth,ma quando il mondo dell’editoria è un luogo chiuso ai più,alle critiche giuste e ai gusti della gente limitandosi a fare di un libro una promozione economica,mi sembra pure normale sfogarsi un po’. O forse abbiamo davvero esagerato. Magari hai ragione tu. Perciò mi faccio da parte e ti saluto affettuosamente. Baci.

  24. Lara Manni Says:

    Simona, Twilight non c’entra. L’ho criticato io per prima.
    (torno nel pensatoio)

  25. simona Says:

    Scusa, evidentemente non ho capito un accidente, d’altronde parlare virtualmente non è proprio il massimo per quanto riguarda lo scambio di informazioni chiare, almeno per quanto mi riguarda e specie dopo una sveglia alle 3.30 di mattina… Così ti chiedo nuovamente scusa e ti lascio nel pensatoio. Ciao

  26. Carlotta Says:

    Un po’ mi spiace. Avevo appena cominciato a frequentare questo posto e ho trovato alcune cose molto interessanti.
    Rifletti solo su una cosa (poi la pianto di fare la maestrina): su forum, siti, network sei obbligata a confrontarti con tutti gli utenti mentre il blog è l’unico posto “tranquillo” in cui possiamo permetterci di mettere la gente alla porta senza troppe discussioni. Non siamo obbligati a tollerare nessuno. A me sembra una sconfitta che tu debba rinunciare a un tuo spazio. Siamo in un paese libero e hai il diritto di poter pensare e dire quello che vuoi nel rispetto del prossimo. Poi non conosco i fatti quindi valuta il mio commento come fatto da persona per niente informata sui fatti. In bocca al lupo.

  27. Celesty Says:

    Mi dispiace davvero… E scusami se sono stata poco presente, ma la scuola mi sta riempiendo di studi e di compiti e non posso accantonarli in un angolo…

    In ogni caso, passiamo alle cose più importanti, ovvero te.
    Io so solo una cosa: che sei una persona davvero fantastica e che non meriti tutto quello che ti ha spinto a fare questa lunga pausa.

    Mi spiace, mi spiace e mi spiace, non so che altro dirti.

  28. Lara Manni Says:

    Carlotta, Celesty: ancora un pochino e riapro. Però con delle condizioni: i flame non servono a nessuno, e tanto meno a chi scrive, secondo me. Intanto gustatevi la recensione 🙂

  29. Lo Stregatto Says:

    il bello di arrivare in ritardo è che si vede il fiammifero, il fuoco e la cenere, tutto in 30 secondi e senza nemmeno lo sforzo di lasciare un commento.
    L’ideale per un pigro.

    Comunque, se la decisione è:
    Il blog rimane, ma al primo fiammifero vado giù di estintore,
    Penso sia un’ottima idea.

    Sarebbe stato un peccato perdere questa finestrella nella tua testa.

  30. Marco Dorian Says:

    Ah, Italia! Non cambi mai! ;-P E guardandoti ancora, come sempre, sotto le tue terre nude ti chiedi quali fantasmi lussuriosi, quali demoni meravigliosi e angeli superbi del sonno hai cacciato stanotte, per restare così, Italia.

    “Era la sensualità segreta, la sensibilità intensa, malinconica, indeterminata della giovinezza, simile alla terra di primavera, nera, vaga, cupa, umida, piena di semi, alle buie acque sotterranee cui basta un nulla per traboccare dagli argini. Amava pensare che la capacità di godimento, l’ingegno creativo, insomma la vita interiore arrivata ad un alto livello di raffinatezza, rappresentasse un ornamento prezioso che può facilmente ferire. E’ passata anche questa notte. Ma qualcosa è rimasto per sempre: una piccola dose di veleno, per togliere all’anima una salute troppo complessa e agitata, dandone un’altra più acuta e comprensiva. Questi occhi di oggi, esprimono un tenero sentimento per chi non sa dire nulla di tante cose, eppure esistono, ahinoi come le sentiamo battere e parlare dentro: la fierezza e l’emozione che si commuove di te, di noi che insieme abbiamo conosciuto tanti Demoni”

    Lara, I am. We can 😉 Siamo con te

  31. Lara Manni Says:

    Quest’uomo mi polverizza. Nel senso che rimango sempre stordita dalle cose belle che posti, Marco…
    (urge bicchiere di vino bianco freddo)

  32. Marco Dorian Says:

    😉 è il nostro privilegio, la nostra dannazione di lavorare con le parole e con le storie

    (urge DAYBREAKERS, the movie)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: