Isolarsi

L’isola che non c’è.
L’isola de Il signore delle mosche (dunque, anche quella di Battle Royale)
L’isola di Montecristo (con relativo Conte)
L’isola del dottor Moreau
L’isola del tesoro
L’isola di Arturo
L’isola di Robinson Crusoe
L’isola di Prospero
L’isola di Lost

Altre?
(sì, nella storia c’è un’isola)

Annunci

Tag:

37 Risposte to “Isolarsi”

  1. avalon9 Says:

    Antemoessa nell’Odissea.
    Laputa (sì, quella di Miyazaki; anche).
    L’Isola degli Articoli di Andrè Maurois.
    L’isola di Balar di Tolkien.
    Itaca (e basta per evocare)
    Avalon (^^).

    Mmm. La casistica è davvero sconfinata.
    E il fascino immenso. Ma adesso sono curiosa della tua isola: perdizione o conforto? Framo; con pazienza, ma fremo.

  2. avalon9 Says:

    Ah.
    Dimenticavo: Duma Key (la deformazione del tranquillo). Impossibile ignorarla^^

  3. Aislinn Says:

    Prigionieri del paradiso di Paasilinna, piuttosto particolare come “isola deserta”

  4. Lara Manni Says:

    Duma Key! Come ho potuto dimenticarla!
    E anche le altre. Cavolo, Itaca.
    Grazie, Avalon!!

    (perdizione e conforto)

    Aislinn: quella non la conosco! Provvedo!

  5. Melmoth Says:

    Lyonesse
    e Atlantide (per Platone era un’isola)

  6. Flash Says:

    L’isola misteriosa e L’isola a elica, di Giulio Verne – ecché, mica ci possiamo dimenticare le basi 🙂

  7. Lara Manni Says:

    Vero 🙂
    Lyonesse e Avalon sono o no la stessa cosa? Non l’ho mai capito…

  8. Melmoth Says:

    Talvolta sono state identificate come una ma sono diverse.
    Splendido il ropmanzo di Jack Vance dallo stesso nome.

    Su Jule Verne: qualcuno per favore si legga la ‘quarta di copertina’ dell’Isola misteriosa; poi la paragoni al concept di Lost.

  9. Lara Manni Says:

    *Segna: procurarsi Vance*
    Non ce l’ho qui, Melmoth: anticipazioni?

  10. Melmoth Says:

    su Vance?
    o su L’isola Misteriosa?
    Beh di questo la quarta dice qualcosa come: “un gruppo di sopravvissuti a un naufragio è costretto a sopravvivere su un’isola che apparanetemnte non esiste sulle mappe. Pian piano però i personaggi si rendono conto di non essere soli sull’isola: presenze misteriose, forse soprannaturali, convivono con loro…”

    Tengo a precisare che NON ho letto il romanzo e ho visto solo 5 episodi di Lost…

  11. Melmoth Says:

    Da IBS:
    “Inspiegabilmente, però, alcune misteriose circostanze sembrano giocare a favore dei naufraghi”.

  12. Lara Manni Says:

    Ops.
    🙂

  13. Mel-chan Says:

    Questa sì che è interessante *________*

    Mi è venuta in mente una cosa: Atlantide.
    Vale? *riflett riflett*

  14. Lara Manni Says:

    (vale vale)
    (nominata anche)

  15. Giobix Says:

    l’isola di Dieci Piccoli Indiani, di Agatha Christie.

  16. Lara Manni Says:

    VERO! Quella poi l’ho sempre adorata, tra l’altro.

  17. giulia Says:

    L’isola del Signore dello stretto (Il dardo e la rosa)

  18. Giobix Says:

    uh poi c’è l’isola di the wicker man(1973) film magico pagano che pochi conoscono ma vale la pena

  19. Lara Manni Says:

    Non mi basterà una vita, temo.
    Riflettendoci, fra le centinaia di tematiche possibili c’è quella, letterale, di spartiacque. Prima dell’isola/dopo l’isola…

  20. EffeErre Says:

    L’isola del giorno prima (Eco) 🙂

  21. Lara Manni Says:

    Ma sai una cosa, EffeErre? Dell’Eco romanziere ho letto solo, prevedibilmente, Il nome della rosa. Magari mi sbaglio. Magari devo rimediare.

    • EffeErre Says:

      Il Pendolo di Focault te lo consiglio e anche Baudolino. L’isola del giorno prima e la misteriosa fiamma della regina Loana mi hanno un po’ deluso: non ho riletto nessuno dei due. 🙂

  22. Melmoth Says:

    L’isola del giorno prima è un libro di una noia quasi metafisica.
    Peccato perché l’idea era eccezionale…

  23. Camilla Says:

    L’isola di Thule, dai diari dell’esploratore Pitea, ora entrata nel mito 🙂 Probabilmente si tratta dell’Islanda o di uno degli arcipelaghi di isolette del nord, però… il fascino dell’idea è rimasto 😀
    Oppure Creta… E’ reale, certo, ma direi che l’aura mitica del mito di Teseo e del Minotauro aiuta a darle quel non so che di fantastico! Così come Nasso, ad esempio. Idem l’Isola di Pasqua, i Moai hanno portato alla creazione di molte leggende 🙂

  24. Valberici Says:

    Nantucket.
    Un isola da cui salpa il Pequod e anche il Grampus 😉

  25. Ema Says:

    lara, NON puoi non leggere Baudolino.

    L’Isola Misteriosa era uno dei miei preferiti da piccolo. I punti di contatto con Lost sono molti, compreso un certo sottomarino… ma non voglio spoilerare troppo per chi intende rimediare 🙂

    “Ma bella più di tutte l’Isola Non Trovata, quella che il Re di Spagna s’ebbe da suo cugino,
    il Re di Portogallo, con firma suggellata
    e bulla del Pontefice
    in gotico-latino…” (Guccini)
    E’ il simbolo del desiderio sfuggente, che più ti avvicini più ne perdi il contorno.

  26. Laurie Says:

    Numenor che è come Atlantide.
    Ma l’isola di Lost è come il Purgatorio di Dante!
    Tutto torna.

  27. Luthien Says:

    “Nessun uomo è un’ isola” di John Donne,1572-1631 Meditation XVII

    Nessun uomo è un’isola, | completo in sé stesso; | ogni uomo è un pezzo del continente, | una parte del tutto. | Se anche solo una zolla | venisse lavata via dal mare, | l’Europa ne sarebbe diminuita, | come se le mancasse un promontorio, | come se venisse a mancare | una dimora di amici tuoi, | o la tua stessa casa. | La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, | perché io sono parte dell’umanità. | E dunque non chiedere mai | per chi suona la campana: | suona per te.

    a me è venuta in mente questa poesia, ma forse l’uomo non vale come luogo fisico o metafora 🙂
    Ciao!

  28. Lara Manni Says:

    Su Eco…be’, mi darò da fare e leggerò qualcos’altro.
    Camilla: ho sempre amato il mito del Minotauro, in effetti (amando gli “ibridi”, è al primo posto, anzi). Grazie!
    Lau: Numenor. Già. Chissà perchè non riuscivo a ricordarla come isola. Ma è vero, tutto torna e molto coincide.
    Luthien (ciao!! Che bello). Quella poesia ha accompagnato la mia adolescenza. E, sì, vale. Vale. Ora spiego perchè.

  29. Marco D. Says:

    Lariccia! 😉 Dopo tanto tanto tempo… son qua!
    Shutter Island! Dimentichi L’ISOLA DELLA PAURA (e della FOLLIA).
    Ciao, neh! 🙂

  30. Lara Manni Says:

    Marco!!!!
    Shutter Island è uno dei libri che voglio comprare a tutti i costi, sai?

  31. Marco D. Says:

    Devi ancora leggerlooooo?!?!?!? 😉
    Fai pure con “calma e sangue freddo”. Intanto lo candidiamo all’Oscar!!!

  32. qusp Says:

    In letteratura:
    – l’isola di Eniwetok per il Ballard del racconto “Terminal” (“The Terminal Beach”);
    – la Repubblica di San Lorenzo in Ghiaccio-nove di Kurt Vonnegut.

    Nei fumetti:
    – l’isola di Mr. Whitesnow in Perramus di Breccia e Sasturain.

    Al cinema:
    – l’isola di Gunkan-jima in Battle Royale II: Requiem.
    – l’isola di Manhattan in 1997: Fuga da New York.
    Fuga da Absolom e The Island… vabbe’ 🙂

    Ciao!
    X

  33. Isherwood Says:

    scordate THE BEACH di Alex Garland, l’Isola per eccellenza, sì, proprio quella del film con Di Caprio

  34. Lara Manni Says:

    (Improvvisamente si sente ignorantissima)
    🙂

  35. Uriele Says:

    Qualcuno ha giustamente citato l’isola volante di Laputa, ma… tutte le altre di Gulliver:

    Le isole di Lilliput e Blefuscu
    L’isola di Brobdingnag
    L’isola dei cavalli intelligenti (non mi ricordo il nome)

  36. Lara Manni Says:

    Uh, Gulliver! Vero!
    (ciao Uriele, quanto tempo!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: