Nessun luogo, da nessuna parte

Ho letto con grande interesse un post di Simone Ghelli su Carmilla. Il riferimento era a un documentario di Andrea Cortellessa che è stato poi lo spunto per il dibattitone su Lipperatura. Ghelli, oltre a molte cose condivisibili, scrive alla fine:

“…si fa sentire eccome l’assenza di una riflessione sul web, che con le proprie dinamiche sta influenzando sempre di più le scelte dei lettori e degli stessi scrittori (per non parlare degli evidenti cambiamenti che la diffusione degli e-book potrebbe provocare nel giro di pochi anni). Soprattutto perché per i “malcapitati” lettori l’alternativa “al consumo più immediato e irriflesso in luoghi sempre più alienanti e massificanti” (cito il comunicato stampa del film) sta diventando proprio Internet, sempre più luogo di confronto/scontro tra pratiche diverse, dalle quali però il lettore non è escluso a priori, ma chiamato anzi a intervenire”.

E qui vi volevo, perchè da diversi giorni sto ragionando proprio a proposito di web. Soprattutto per quanto riguarda il fantastico: e non per creare un ghettino degli scrittorini che scrivono cosine tanto strane. Ma perchè sento l’esigenza di un luogo dove discutere. Discutere sul serio. Non promuovere e autopromuovere:  ho già detto che alcuni gruppi su aNobii dedicati al fantastico stanno diventando la sagra del “l’ho scritto io” e “dovresti leggere anche l’amichetta mia”. Così, a prescindere dalla qualità dei testi in questione, non si va da nessuna parte. Non è sventolando l’ennesima storia di orchetti che si fanno fare passi avanti e soprattutto passi fuori dall’isola che non c’è.  Non è neanche facendo copia-incolla delle schede degli uffici stampa. Serve altro.
Non so ancora cosa.
Anzi, lo so.
Però devo rifletterci su.

Advertisements

Tag: , , ,

17 Risposte to “Nessun luogo, da nessuna parte”

  1. G.L. Says:

    Urge un Carmilla nostro?

  2. Lara Manni Says:

    Urge.

  3. Andrea Says:

    Un sito come Carmilla dedicato alla letteratura fantastica? Mi tremano le vene dei polsi: di solito mi succede quando qualcuno ha un’idea geniale e, al tempo stesso, spaventosa…

  4. G.L. Says:

    Lara: pensiamoci. Serve qualche geek cher ne curi la parte grafica, però. E poi servono teste. Non mezze-teste. Teste intere.
    Andrea: però è buona, no? Un Nazione Indiana del fantastico, senza leccate di culo, ma soprattutto che scada nel “destruens”.

  5. Lara Manni Says:

    Siamo già in due, G.L. 🙂
    E sicuramente ci sono molte teste pronte ad aggiungersi 🙂
    (geek grafici, avete sentito?)

  6. G.L. Says:

    E serve un nome. (geek dalla creatività inesauribile, avete sentito?)

  7. Lara Manni Says:

    Su, alzate le manine.
    Nome…nome…nome….
    Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus…uhm…

  8. Andrea Says:

    @G.L.: L’idea non è buona, è ottima. Però imbastire un magizine on-line, allestire una redazione diffusa, stabilire una linea editoriale è un impresa titanica. Traduco: la sfida è tremendamente irresistibile, ma ci sarà da sputare parecchio sangue!

  9. G.L. Says:

    Andrea: prima o poi bisognava farlo, no?

  10. Andrea Says:

    @G.L.: Adoro lo startup, è sempre il periodo migliore di ogni iniziativa 😉 Per quel che posso fare, consideratemi a disposizione.

  11. Vocedelsilenzio Says:

    Sarebbe un’idea molto bella, davvero. Necessaria, anche. Certo, come dice Andrea, sarà una gran faticata…

  12. Lidia Perfinta Says:

    Hm, fatemi capire. Intendereste una cosa simile a Fantasy Magazine, che molti però accusano di poca professionalità e di tirar solo acqua a qualche mulino (riporto solo quel che ho sentito dire da qualcuno, non ho un’opinione in proposito)?
    Ma, in questo caso, la cosa sarebbe gestita direttamente dagli autori? Approfondiamo, approfondiamo.
    L’argomento è intrigante, servono idee. Qualcuno ne ha già? Lara? A te la parola.
    E se diventerò mai scrittrice, contate pure su di me! 🙂

  13. :A: Says:

    Nome suggerito: “Nessun dove”.

    Se sono considerato testa intera, do la mia disponibilità a collaborare.

  14. Lara Manni Says:

    Vi rispondo sopra. 🙂
    Lidia, no. Vorrei fare una cosa “diversa” da Fantasy Magazine. 🙂

  15. Lidia Perfinta Says:

    Bene, Lara! In effetti, vorrei qualcosa di diverso! Andiamo oltre! Ora mi leggo il tuo nuovo articolo-risposta.

  16. Simone Ghelli Says:

    Be’, io non sono un esperto del genere, ma vi faccio un grosso in bocca al lupo per il progetto!

  17. Il Neverwhere del fantastico italiano | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi Says:

    […] leggevo due post sul sito di Lara Manni (qui e qui), sulla necessità (evidente) di sdoganare il fantastico italiano, sghettizzarlo e trovare un […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: