Punti di crisi

Aria di autunno, e per la prima volta dopo un bel po’ di giorni torno di umore decente (e torno ad aver voglia di scrivere, che è quello che conta).
Mancano cinque mesi a Sopdet, più o meno.
Probabilmente non è costume di un autore spiegare il perchè delle sue scelte:  nel momento in cui sono fatte, non gli appartengono più, e le spiegazioni sono, sempre, superflue.
Però, da qui a febbraio, proverò a raccontare ugualmente alcune cose. Per esempio, gli scenari. Perchè i tempi sono due, in sostanza: il presente (del 2008, che è già passato), e il passato più lontano.
Tre momenti della storia italiana.
Tre momenti di crisi.
Tre indizi di quel che siamo.
Perchè in questo periodo molti si affannano a ricercare, in mesi  di celebrazioni per l’unità d’Italia, come siamo diventati quelli che siamo.  Io mi sono rivolta a tre date.
1915.
1943.
1977.

(e anche quel 2008 conta, a ben vedere)

Per ora, mi fermo.

Annunci

Tag:

5 Risposte to “Punti di crisi”

  1. giulia Says:

    Uguale a Gl: finisci i post sul più bello.
    Maledetti scrittori (o scrittori maledetti?) 🙂

  2. Fos87 Says:

    Sono curiosa, lo ammetto ^^
    Senti, scusa l’OT, ma che cavolo è successo con Gamberetta?

  3. Lara Manni Says:

    Fos: non ne ho idea.

  4. Fos87 Says:

    Strano O.O

  5. Lara Manni Says:

    Fos, certo che è strano. Sono stupita quanto te, credimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: