1943/8

Sabato 18 settembre. Sono le cinque del pomeriggio. Mussolini interviene alla radio. Parla del suo arresto. E parla soprattutto della Germania, invitando gli italiani a “riprendere le armi” al fianco della medesima: “Solo il sangue può cancellare una pagina così obbrobriosa della storia della Patria”.
Il sangue.
Quella stessa sera, Hans Krüger bussa a una villa di Arona insieme a cinque ufficiali SS. Chiede cibo e vino e donne. Nella notte, ne violenta due.
Il giorno dopo, i soldati della Leibenstandarte  aprono il fuoco sulla popolazione di Boves. Ventitre morti, case bruciate, raccolti in fumo. E’ la prima strage nazista dopo l’8 settembre.
In quella stessa domenica 19 settembre lo scrittore Mario Mazzucchelli: riesce a incontrare la moglie Lotte all’Hotel Meina. Il barman cerca di fermarlo. La cameriera gli dice “Sua moglie mi ha raccomandato di dirle che è meglio se non si fa più vedere”. Uno degli ebrei prigionieri mormora: “per noi c’è solo un’alternativa al campo di concentramento: una fucilata nella notte”.
Passano due giorni ancora. E’ il 22 settembre. Agli ebrei viene vietato di scendere al pianterreno e di passeggiare in corridoio. Devono rimanere nelle loro camere, con le finestre chiuse.
All’ora di cena, Hans Krüger dà notizia di una comunicazione in tre punti:
Gli ebrei che alloggiavano in albergo (definiti dal comandante “quella gente”) dovevano essere trasferiti in un campo di concentramento.
I “detenuti”, per evitare “inutili curiosità del paese” sarebbero stati trasferiti con un’automobile privata, pochi  alla volta.
I clienti dell’albergo dovevano restare nelle proprie camere per evitare assolutamente l’incontro con i detenuti.
Questo terzo ordine viene eseguito immediatamente. Le scale e i corridoi sono deserti. Due SS raggiungono il quarto piano, aprono la porta della stanza dove gli ebrei sono stati radunati. Indicano quattro persone.
Lotte Froelich, moglie di Mazzucchelli. I due coniugi Marco ed Ester Messeri, Vitale Cori, il barista.

Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: