Demoni e dei/8

Ne accennavo ieri, ma voglio tornarci: la  definizione di “dio geloso” viene dalla Bibbia.
Esodo, 20,5:
Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano.

Non è solo questione di odio: questo Dio non vuole che si adorino altre divinità. Yahweh è l’unico, accentra su di sé la potenza creatrice, rivendica a sé i sacrifici.
Di animali.
Ma in due casi, anche umani: Isacco, che infine viene salvato. E una donna, la figlia di Iefte, che invece va a morire. L’episodio è nel Libro dei Giudici: Iefte chiede a Yahwe di aiutarlo a sconfiggere gli Ammoniti: «Se tu mi dai nelle mani i figli di Ammon, chiunque uscirà dalla porta di casa mia per venirmi incontro, quando tornerò vincitore sugli Ammoniti, sarà del Signore e io l’offrirò in olocausto». Li vince. Torna a casa. E gli viene incontro, “con timpani e danze”, la sua unica figlia. Di lei non conosciamo neanche il nome. Il padre si straccia le vesti ma non può revocare la promessa: né la fanciulla lo vuole. Chiede solo due mesi per “piangere la propria verginità” sulle montagne, in compagnia delle amiche. Passati i due mesi, si riconsegna al padre, e viene uccisa.
Solo con il Cristianesimo il femminile torna ad essere preponderante. con Maria o Miryam che dir si voglia: ma del femminile viene riconosciuto soltanto il materno. E il verginale. Ogni aspetto oscuro viene eliminato.
O riversato in Lilith, che secondo la cabala ebraica è la prima sposa, poi ripudiata, di Adamo.
Ma Lilith è interessante. In Mesopotamia era il demone delle tempeste e del vento. E della morte. Per i sumeri era Lil-itu, o Ninlil, la signora dell’aria. Nell’Ebraismo era da una parte legata ad Astarte. La Grande Madre. Ishtar. Ma nell’immaginario popolare era uno spirito della notte che appariva in forma di civetta: era  il femminile temibile, la donna votata ad adulterio, stregoneria e lussuria. Ed era dannosa per i bambini maschi. Ai neonati di sesso maschile si poneva al collo un amuleto con i nome di tre angeli  (Senoy, Sansenoy e Semangelof detti anche Sanvi, Sansavi e Semangelaf) per proteggerli da Lilith. Attorno alla loro culla si tracciava un cerchio per proteggerli. Ai ragazzi non si tagliavano i capelli per ingannare Lilith e farli credere fanciulle. Si temevano le eiaculazioni notturne perché Lilith le utilizzava per generare demoni, i jinn della tradizione islamica. Nel Libro dello Splendore, lo Zohar, “Ella vaga a notte fonda, vessando i figli degli uomini e spingendoli a rendersi impuri”. Nel Libro dei Proverbi si dice:

I suoi cancelli sono cancelli di morte
e dall’entrata della casa
se ne va verso Sheol.
Nessun che entri tornerà mai
e coloro che la possiedono scenderanno l’Abisso.

Lilith può avere artigli da rapace o coda da sirena. Ha capelli lunghi, forse rossi. Ha pelle blu e occhi di fuoco. E ha le ali: perché le ha ottenute dopo aver pronunciato il nome segreto di Dio.

Lilith e la mia Axieros si somigliano molto.

Advertisements

Tag:

9 Risposte to “Demoni e dei/8”

  1. Andrea Says:

    “Ella vaga a notte fonda, vessando i figli degli uomini e spingendoli a rendersi impuri”. Ah, quindi era Lilith?! 😉

  2. Lara Manni Says:

    Già. A quanto pare, è sempre lei. 🙂

  3. Vale Says:

    Lilith mi è sempre piaciuta.

  4. Lara Manni Says:

    E fai bene!

  5. Andrea Says:

    Ragazzi e ragazze fatevi un giro a Sheol, oltre i cancelli della morte, fa un po’ caldo ma non è un gran bel posto! In fondo che ve ne fate della purezza? 😀

  6. Lara Manni Says:

    Tu non lo sai. Ovvio che non lo sai. Ma Sheol è la location de “Il gioco di lavinia”. Ah ah.

  7. imp.bianco Says:

    Mi piacciono proprio questi post demoniaci 😄

    Complimenti ^^

    X-Bye

  8. Lara Manni Says:

    Grazie Imperatore! E saluti al caro demone 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: