Guardare le stelle, il giorno prima

Splendea lassù la gran luce di Sirio.
Recava odor di fiori pésti il vento.
– Ell’era andata a chi sa qual martirio!

Ora, dov’era? A lume acceso o spento?
Buon che le mise al collo, nell’aspetto,
quella sua croce piccola d’argento!

Ella doveva ora vegliar nel letto
sola con lui! senza sperare aiuto! –
Viola i panni si stringea sul petto.

– Che cosa avrebbe egli da lei voluto?
Qual piaga dare tenera e mortale
a quelle carni bianche, di velluto?

Qual pianto fa di quel ch’è ora, e quale
rimpianto mai di quel ch’un giorno fu!… –
Col mesto verso eternamente uguale

le rispondeva di lontano il chiù.
(Non sono mica stata la prima ad essere affascinata da Sirio, cosa credevate? Giovanni Pascoli, La mietitura, Il chiù)

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: