Crescere insieme ai libri

Sì, sono cambiata.
Due anni fa, quando uscì Esbat, mi facevo il giro delle librerie, spiando: guardavo come era posizionato il romanzo, quanto scendevano le pile, puntavo i passanti e facevo voti perchè lo prendessero in mano, lo sfogliassero, lo portassero con sè.
Oggi non sono ancora andata in libreria. Ma non per paura o per snobismo, o altro: non sono andata perchè ho questa strana idea che mi porta a pensare che la strada di Sopdet debba essere autonoma. Io ho fatto tutto quel che potevo: ora, appartiene ai lettori.
Naturalmente il distacco filosofico non mi appartiene: e dunque tremo e fremo e gioisco quando ricevo un messaggio di una lettrice che ha amato la storia (e la mia adorata Adelina). Però sto cercando di crescere: e l’unico modo che ho è quello di stare qui, a rispondervi se avete curiosità, o critiche, o dubbi.  Ma, soprattutto, di continuare a scrivere. C’è Tanit da rivedere da capo a fondo. E Lavinia, che forse ha trovato un titolo (“Mietitura”, pensavo), da riscrivere.
E’ più di quanto osassi sperare.

Annunci

Tag:

7 Risposte to “Crescere insieme ai libri”

  1. Ema Says:

    Non vorrei dire un’ovvietà: ma non sarà anche perché sei più sicura di te stessa e dei tuoi mezzi?
    E comunque: in bocca al lupo e tutta la fortuna possibile al Secondogenito!

  2. Lara Manni Says:

    Sicura mai, Ema. 🙂 Grazie!

  3. giulia Says:

    Io ho espresso i miei dubbi e le mie domande anche con Esbat e ricordo che tu mi hai risposto subito, senza vedere nelle mie domande una polemica che, infatti, non c’era.
    a volte si ha il timore di “offendere” lo scrittore nel chiedere alcuni chiarimenti o nell’esprimere qualche dubbio.
    Con te mi è andata bene 🙂
    Presto leggerò Sopdet (qua i regali di compleanno tardano ad arrivare…ma arriveranno!), e ancora una volta mi rivolgerò direttamente a te se avrò qualche sassolino nella scarpa in merito al romanzo!

  4. avalon9 Says:

    A te.
    Per quella grendezza che hai che è il continuare a metterti in gioco; per non volerti mai, assolutamente mai, fermare. Per continuare a scrivere e riscrivere.
    Per quello che crei.

    A te.
    Con riconoscenza.

  5. Paolo E. Says:

    Nel momento cosi importante per la vita di uno crittore, vorrei condividere con voi una meraviglia che ho appena sentito in TV, un gioiello che ci ha appena regalato Roberto Vecchioni, e dove si parla anche di libri. Guardate come un poeta riesce a raccontare i nostri tempi in poche righe.

    E per la barca che è volata in cielo
    che i bimbi ancora stavano a giocare
    che gli avrei regalato il mare intero
    pur di vedermeli arrivare

    Per il poeta che non può cantare
    per l’operaio che non ha più il suo lavoro
    per chi ha vent’anni e se ne sta a morire
    in un deserto come in un porcile
    e per tutti i ragazzi e le ragazze
    che difendono un libro, un libro vero
    così belli a gridare nelle piazze
    perché stanno uccidendo il pensiero

    per il bastardo che sta sempre al sole
    per il vigliacco che nasconde il cuore
    per la nostra memoria gettata al vento
    da questi signori del dolore

    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    Che questa maledetta notte
    dovrà pur finire
    http://www.angolotesti.it/
    perché la riempiremo noi da qui
    di musica e di parole

    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    In questo disperato sogno
    tra il silenzio e il tuono
    difendi questa umanità
    anche restasse un solo uomo

    Chiamami ancora amore
    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore

    Perché le idee sono come farfalle
    che non puoi togliergli le ali
    perché le idee sono come le stelle
    che non le spengono i temporali
    perché le idee sono voci di madre
    che credevano di avere perso
    e sono come il sorriso di Dio
    in questo sputo di universo

    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    Che questa maledetta notte
    dovrà pur finire
    perché la riempiremo noi da qui
    di musica e parole

    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    Continua a scrivere la vita
    tra il silenzio e il tuono
    difendi questa umanità
    che è così vera in ogni uomo

    Chiamami ancora amore
    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore

    Che questa maledetta notte
    dovrà pur finire
    perché la riempiremo noi da qui
    di musica e parole

    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    In questo disperato sogno
    tra il silenzio e il tuono
    difendi questa umanità
    anche restasse un solo uomo

    Chiamami ancora amore
    Chiamami ancora amore
    Chiamami sempre amore
    Perché noi siamo amore

  6. Lidia Perfinta Says:

    @Paolo E.
    Bellissima. 🙂

  7. Lara Manni Says:

    Davvero Paolo, splendida.
    Avalon, guarda che ho la lacrima facile io, eh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: