La danza degli spettri

Nanao Sakaki è stato un poeta giapponese, ecologista, amico di Allen Ginsberg e Gary Snyder, anche se ha sempre rifiutato di essere definito come esponente della Beat Generation. Era nato nel 1923. Durante la seconda guerra mondiale, era operatore radar nella marina giapponese: vide sul suo schermo il bombardiere che sganciò l’atomica su Nagasaki. Vide, raccontava, “la grande fiamma”. Per questo si impegnò a lungo contro il nucleare. Mi fa piacere condividere una sua poesia, durante queste giornate tristi.

Dio fece

Il cielo per gli aeroplani

Le barriere coralline per i turisti

Le fattorie per i prodotti agro-chimici

I fiumi per le dighe

Le foreste per i campi da golf

Le montagne per le stazioni sciistiche

Gli animali per gli zoo

Camion e auto per le tragedie stradali

Le centrali nucleari per la danza degli spettri.

Non preoccupatevi, bambini!

Il pozzo non si secca mai.

Guardate il rosseggiare della sera!

I girasoli nel giardino.

Le libellule rosse in aria.

Un piccolo bambino comincia a cantare:

“Mangiamoci le stelle!”

Settembre 1988  Monte, Taisetsu, Giappone



Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: