Il bacillo della peste non muore né scompare mai

Come lo avrebbe raccontato Camus? Avrebbe parlato, come ha fatto nel suo romanzo, della peste che sveglia i suoi topi per farli  irrompere in una città innocente, inondandola di sangue? Non è possibile saperlo. Per una volta, credo, le parole degli scrittori non sono sufficienti, o necessarie.
Bastano queste.
E questo.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: