Parole, parole, parole

Questa volta, rigorosamente a  blog unificati  con Giovanni Arduino come ogni mercogiovedì che si rispetti, ci siamo voluti divertire. Perché con le parole si può e si deve anche giocare. A volte sono intercambiabili. Soprattutto se vengono usate le presentazioni, le quarte, le alette di alcuni recenti romanzi su fiori, profumi, spezie, doni e diamanti. Campionandole, mixandole ma non modificandole. Un mash-up, quasi. Se volete, potete provarci anche voi. Le fonti le trovate poco sotto, debitamente linkate.
Nessuno vuole dare lezioni, beninteso. Nessuno vuole dire che il re è nudo. Nessuno vuole offendere chicchessia, ci mancherebbe. A volte basta il divertimento, come sopra. Però, alla presentazione che abbiamo creato, dobbiamo ancora trovare un titolo. Ci penseremo. Ci penserete?

Amy Bratley, Amore, zucchero e cannella (Newton Compton)
Karen Swan, Un diamante da Tiffany (Newton Compton)
Melissa Hill, Un regalo da Tiffany (Newton Compton)
Vanessa Diffenbaugh, Il linguaggio segreto dei fiori (Garzanti)

Juliet aspetta da una vita questo momento. Finalmente una casa da dividere con Simon, un vero e proprio nido d’amore invaso da profumi di torte appena sfornate e pieno di piante di cui prendersi cura. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Ma il sogno è destinato a svanire, soprattutto se il destino ha altre idee a riguardo: la prima notte nel nuovo appartamento, il giorno della vigilia di Natale, Juliet scopre che Simon l’ha tradita. Il suo cuore è a pezzi, il dolore insopportabile, quella casa tanto desiderata d’improvviso è ostile, dopo aver scoperto la terribile verità. Niente pare esserle d’aiuto. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. E allora, New York, Parigi, Londra: quale sarà la città per iniziare una nuova vita? Sa che è il momento di voltare pagina e ricominciare,  in un viaggio alla scoperta di una se stessa che non conosceva. E se un giorno il passato lasciato alle spalle dovesse all’improvviso tornare? Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L’unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei, che le regala dei semi di fiori, ogni volta diversi, da piantare e far crescere, come in un romantico messaggio cifrato…

Tag: ,

18 Risposte to “Parole, parole, parole”

  1. Paolo E Says:

    Mein gott in himmel!

    Diabete galoppante….

  2. Lara Manni Says:

    Dici, vero?🙂

  3. Roberto Gerilli Says:

    Se il fantasy è lettura d’evasione… questo cos’è😀

  4. Lara Manni Says:

    Un piccolo mash-up già evaso😀

  5. Fabio Says:

    Insulina, datemi insulina!! Endovena, capsule, mi ci lavo pure i capelli se serve😀

  6. Lara Manni Says:

    Vuoi dire che non lo leggerai?😀

  7. Fabio Says:

    Se lo riscrivessi tu… ci farei un pensierino😀

  8. Lara Manni Says:

    Se vinci il concorso…:D

  9. M.T. Says:

    Parlando della varietà dei titoli, sempre Grazanti ha pubblicato I Messaggi Segreti dei Fiori dove mostra storie e significati legati ai fiori.
    Piccolo indovinello: chi ha scritto l’introduzione a questo libro?
    La risposta non è difficile, è già presente nell’articolo😛

  10. M.T. Says:

    Garzanti, pardono🙂

  11. Gianna Brigatta Says:

    Ci manca un commento musicale. E non può essere Mina.😉

  12. Gianna Brigatta Says:

    Cassie ha appena lasciato il marito, dopo aver scoperto la terribile verità su un matrimonio che pensava perfetto. Abbandonata in culla, ha passato l’infanzia saltando da una famiglia adottiva a un’altra. Niente pare esserle d’aiuto…😀

  13. Giobix Says:

    Grant è uno spaccino

  14. Lara Manni Says:

    Oddio!

  15. icittadiniprimaditutto Says:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: