Posts Tagged ‘Campi hobbit’

Le streghe, e poi gli hobbit

maggio 27, 2011

Basta guardare la trama (ma io vi consiglio di guardarvi i video, che sono tutti disponibili): in A come Andromeda, sceneggiato Rai del 1972 (parliamo di quasi quarant’anni fa), da un messaggio ricevuto da un potente radiotelescopio si arriva alla nascita di una “creatura” venuta da una galassia lontana. Ne Il segno del comando (1971) fantasmi e maledizioni si inseguono nelle strade di Roma, complice Byron. In Ritratto di donna velata (1975) entrano in scena gli etruschi.
Dovevano essere anni molto fecondi per il genere: due anni dopo sarebbe arrivato Suspiria al cinema con le sue Madri crudeli e le sue streghe.
Ma in quello stesso anno in provincia di Benevento, si tiene il primo Campo Hobbit, e il nome di Tolkien comincia a essere associato alla “cultura di destra”. Nel 1976 il Movimento Sociale Italiano pubblica una rivista per le donne e la chiama Eowyn, per dire.
Le due cose sono collegate? La fine di una stagione di narrativa popolare di genere, sia pure televisiva, e l’appropriazione di un capolavoro del fantastico come Il signore degli anelli da parte della destra? Non lo so. Ci sto pensando su. Perchè deve essere pur accaduto qualcosa se il fantastico è divenuto faccenda per nicchie, per un non breve periodo della nostra storia.