Posts Tagged ‘Majgull Axelsson’

Benandare e malandare

gennaio 11, 2012

Su Carmilla c’è un mio intervento sui benandanti e su due romanzi fantastici che hanno attinto esplicitamente al loro culto e ai testi di Carlo Ginzburg.  Sottolineo, esplicitamente: perché gli studi di Ginzburg, e le leggende cui fa riferimento, sono terreno di coltura per numerosissime narrazioni.
Più che soffermarmi, però, su come leggende e miti influenzino le storie, ho cercato di sottolineare come il modo di raccontarle, in Chiara Palazzolo e Majgull Axelsson, sia quello che tocca il cuore della narrazione fantastica, più volte accennato da queste parti. Ovvero, la questione del Male, e la rinuncia, da parte di chi scrive, alla contrapposizione senza sfumature che, spesso, identifica il fantastico.
Buona lettura!

Ps. Sul fantastico e il blogging segnalo uno strepitoso post di Jumpinshark, dove si parla di commenti e interazione sul web. Da leggere.

Quando hai la sensazione che i tempi si oscurino

novembre 28, 2011

E’ un lunedì così così, ma si va avanti: nonostante la sensazione che le parole servano poco rispetto a quel che ognuno vuol credere, e nonostante la sensazione che a pagare, semmai, siano gli slogan. Vecchia storia, pazienza.
Sto editando Tanit e ho cominciato a leggere quello che si presenta come un bel romanzo, Strega d’aprile di Majgull Axelsson, appena uscito per Elliot. Sono davvero all’inizio, ma fin qui ha tutti gli elementi che mi piacciono: un bell’intreccio psicologico fra i personaggi e il presagio di non pochi colpi d’ala. Vi farò sapere.
Nel frattempo, per chi volesse, ho parlato di 22/11/63 di Stephen King su Horror.it.