Atmosfera

Ecco cos’era. Chiacchierando ieri  sul racconto di fantasmi, un carissimo amico  mi ha dato l’elemento chiave (che fin qui mancava): atmosfera.  E mi ha fatto un nome: Edith Wharton e la sua abilità nel creare una narrazione sospesa, mai netta, che è la cosa che aggancia maggiormente il lettore. Dunque, ci sto lavorando di buona lena.
Nel frattempo, apprendo dal giornale di oggi cosa significa sognare ciclicamente gli esami di maturità, come mi accade spessissimo: “mancanza di fiducia in se stessi, calo dell’autostima”.
Mi sento meglio.

Tag:

3 Risposte to “Atmosfera”

  1. Melmoth Says:

    Creepy Mood: Shirley Jackson. ANYTHING by Shirley Jackson.
    And Angela Carter, of course.

  2. Lara Manni Says:

    Ah, Shirley. Amo quella donna. E amo anche la Carter. Sai chi mi manca? Sarah Waters, L’ospite. Me ne dicono – TUTTI – meraviglie. Devo procurarmelo a tutti i costi.

  3. Narelen Says:

    Io sogno spesso le interrogazioni di matematica, invece…mi sa che hanno lo stesso significato 🙂
    Pensavo proprio stamattina alla Carter e ad una sua opera che ho trovato davvero particolare, “Love”. Quel romanzo ha un’atmosfera che non mi è più capitato di ritrovare altrove. Nel bene e nel male, perché è piuttosto “disturbante” e malinconico allo stesso tempo. A volte di un’opera resta addirittura più impressa l’atmosfera che la trama…e trovo che quando questo accade uno scritto sia perfettamente riuscito, perché ti ha fatto dare una vera e propria sbirciata in un altro mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: